Home NEI DINTORNI Bovisio: droga per la Brianza in pacchi anonimi pagata con Bitcoin, arrestato...

Bovisio: droga per la Brianza in pacchi anonimi pagata con Bitcoin, arrestato 24enne

droga bitcoinI carabinieri di Varedo hanno arrestato un 24enne di Bovisio Masciago che acquistava droga dalla Spagna, spedita in pacchi anonimi e pagata con Bitcoin, per poi rivenderla sulle piazze loali.
I carabinieri hanno portato alla luce un consolidato canale di importazione di stupefacenti, spediti dalla Spagna attraverso anonimi pacchi postali fatti recapitare in vari punti di raccolta in Brianza.
In manette, al momento, è finito un giovane 24enne domiciliato a Bovisio Masciago e incensurato.

Decisivo lo spunto investigativo iniziale, nato dallo scrupolo e dall’attenzione di un addetto al servizio di consegna di un “Punto di Ritiro”, che insospettitosi della consistenza di un pacco, ha chiesto l’intervento dei Carabinieri.
I militari, verificato che il pacco fosse anonimo, ovvero che per il ritiro fosse sufficiente presentare un codice alfanumerico, hanno aperto l’involucro dove all’interno erano sigillati 150 grammi di marijuana.

Droga nel pacco anonimo  dalla Spagna con codice di ritiro 

I Carabinieri hanno quindi atteso che presso il punto di ritiro si presentasse colui che era in possesso del codice di prelevamento del pacco, ovvero il giovane poi tratto in arresto.
Dalla successiva perquisizione domiciliare sono stati rinvenuti ulteriori 30 grammi di marijuna, un bilancino di precisione e denaro contante frutto di cessioni al dettaglio.
Ma è in particolare dall’analisi dello smartphone che è emerso come il 24enne avesse in più occasioni usufruito di questo servizio di spedizione, per farsi recapitare varie tipologie di droghe dalla Spagna, che poi provvedeva a rivendere nel mercato locale.

Il codice di spedizione gli veniva fornito direttamente dal mittente, un soggetto localizzato in Catalogna con il quale era in contatto tramite un’applicazione di messaggistica telematica che cancella in automatico i messaggi, il cui contenuto, dal tenore inequivocabile , è stato comunque estrapolato dagli esperti digitali dell’Arma. Per il pagamento della “merce”, anziché il tradizionale sistema del denaro contante, venivano utilizzate piattaforme per lo scambio di bitcoin.

Il giovane è stato sottoposto dal Tribunale di Monza agli arresti domiciliari con divieto di comunicare con qualsiasi mezzo con terze persone, mentre proseguono le attività di indagine da parte dei Carabinieri per individuare altri soggetti che si avvalgono di questo anonimo sistema per l’acquisto di stupefacenti.


EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

nuovo dpcm

Nuovo Dpcm dal 6 marzo al 6 aprile, ecco cosa cambia

Nella serata di ieri, 2 marzo è stato presentato il nuovo Dpcm che regolerà l'emergenza Covid dal 6 marzo al 6 aprile, Pasqua compresa.  La...
Misinto Spaccio

Spacciatore di Misinto arrestato dopo la fuga da Cogliate a Rovello Porro

I carabinieri di Cesano Maderno hanno arrestato un 40enne marocchino di Misinto che spacciava droga nel Parco delle Groane. L’uomo, ufficialmente senza fissa dimora,...

Spaccio alla stazione Saronno Sud: la Polizia ferma marito e moglie

Gli agenti della Polizia ferroviaria hanno arrestato nei pressi della stazione Saronno Sud  un uomo di 42 anni, per spaccio di sostanza stupefacente e...

Carabinieri aggrediti a “Il Centro”: due giovanissimi di Arese e Rho finiscono in...

I carabinieri delle Stazioni di Arese e Lainate, su disposizione della Procura della Repubblica presso il Tribunale per i minorenni di Milano hanno eseguito...

Milano-Meda, chiusa l’uscita per Paderno Dugnano: camion in panne sullo svincolo

Chiusa l'uscita della Milano-Meda di via Santi a Paderno Dugnano. Un pesante tir è in panne proprio sullo svincolo per il centro città. Il...

Ruba l’elettricità al Comune di Uboldo, condannato a risarcire

E’ stato condannato e dovrà risarcire il Comune un uomo che si era attaccato abusivamente alla rete elettrica pubblica. E’ una vicenda davvero unica...
carabinieri auto

Si fingevano corrieri e rubavano nelle case di riposo: un arresto anche a Barlassina

Il Gip del Tribunale di Varese ha emesso un'ordinanza di custodia cautelare in carcere per due uomini, un 49enne residente ad Arcisate (Varese) e...
prima pagina notiziario
il notiziario è in edicola!
provalo in digitale
SCEGLI L’ABBONAMENTO !