HomePrima PaginaA Caronno arrivano le "zone 30", è polemica

A Caronno arrivano le “zone 30”, è polemica

La via Italia

Sta facendo discutere l’arrivo delle “zone 30”, previste nel nuovo Piano urbano del traffico di prossima approvazione. L’obiettivo della giunta Giudici è tutelare pedoni e ciclisti dagli automobilisti che non rispettano i limiti, garantendo più sicurezza. Ma in tanti temono un caso Saronno, quando la giunta Porro aveva preso questo provvedimento scatenando ripetute proteste di cittadini e polemiche politiche.

Inevitabile che la questione finisse fra le osservazioni del Put, con la lista Incontro che chiede di mantenere i 50 all’ora laddove ci sono marciapiedi e percorsi ciclopedonali. Ecco dove entrerà in vigore il limite dei 30 all’ora: Adua, Dante, Zari, Battisti, Luini, 25 Aprile, Arno, Castelli, Roma, Italia, Capo Sile, Martiri di via Fani, Chiesa, 4 Novembre, Volta, Ariosto, Pio XI, San Giuseppe e Tagliamento. “Sono gli stessi cittadini a sollecitarci i 30 all’ora – ha precisato l’assessore Milanesi – In città si corre parecchio al volante e pedoni e ciclisti sono a rischio su molte strade”.  

La lista Incontro, capeggiata da Diego Peri, osserva che “i 30 all’ora sono da introdurre in zone con brevi tratti di percorrenza, nei centri storici e dove non vi è un marciapiede”. Primo esempio fra tutti: bisogna mantenere i 50 all’ora in via Italia, importante via di collegamento sia verso alcuni poli attrattivi comunali (municipio, banche, stazione ferroviaria e ufficio postale) sia verso altri comuni tramite via Tevere e il sottopasso ferroviario; qui sono presenti marciapiedi sul lato nord e sul lato sud, che già preservano la sicurezza dei pedoni. Stessa richiesta viene avanzata per la via 4 Novembre (realizzando un marciapiede dove non è presente), la via Sant’Alessandro (tra viale Cinque Giornate e via Kennedy) e la via Cattaneo (istituendo il senso unico); l’Incontro chiede invece di applicare la “zona 30” in via San Giovanni Bosco, strada a doppio senso di marcia dove vi sono due importanti attività, una industriale e una commerciale.

Se ne discuterà nel consiglio comunale di domani sera, giovedì 18 marzo, quando saranno approvate le controdeduzioni alle osservazioni del Piano del traffico.


EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

Tokyo 2020, le lombarde Cesarini-Rodini oro nel canottaggio

Brilla l’Italia del canottaggio che al fotofinish ha conquistato la medaglia d'oro nel doppio pesi leggeri donne. Alle Olimpiadi di Tokyo 2020 la coppia...

A Caronno raffica di furti di biciclette. E qualcuno riconosce la sua per strada…

Due settimane fa è stato presentato il progetto “Fli”, promosso da Fnm, FerrovieNord e Trenord insieme con Regione Lombardia, che prevede la realizzazione di...

Lombardia, bus incendiato a Varenna. Il riconoscimento del Consiglio regionale a Mascetti e Lo...

Un lungo e affettuoso applauso di tutto il Consiglio regionale ha accolto Mauro Mascetti e Giovanni Lo Dato, ospiti questa mattina a Palazzo Pirelli nell’Aula del parlamento...

Uboldo, un euro a pizza per far tornare a sorridere Jessica

In questi giorni sono tutti mobilitati per aiutare Jessica Di Ciommo, la 28enne di Uboldo che si trova in stato vegetativo da quando è...

Rho, carabinieri inseguono auto che tenta di investirli, poi sparano per fermarla

I carabinieri di Rho hanno inseguito un veicolo in fuga e sparato per bloccarlo dopo che il conducente aveva speronato l’auto dei militari e...
Novate merce sequestrata

Novate Milanese, merce sequestrata nel magazzino da incubo | FOTO

Merce sequestrata nel magazzino-incubo a Novate Milanese. La Polizia locale novatese, al termine di un’indagine che aveva preso origine a fine maggio, ha compiuto settimana...
Bollate incendio box

Bollate, incendio nei box delle case comunali: preoccupazione tra i residenti

Incendio nei box delle case comunali a Bollate. E la preoccupazione cresce dopo questo episodio, dal momento che come riferiscono i residenti “La situazione di...
prima pagina
il notiziario è in edicola!
provalo in digitale
SCEGLI L’ABBONAMENTO !