HomePrima PaginaA Caronno arrivano le "zone 30", è polemica

A Caronno arrivano le “zone 30”, è polemica

La via Italia

Sta facendo discutere l’arrivo delle “zone 30”, previste nel nuovo Piano urbano del traffico di prossima approvazione. L’obiettivo della giunta Giudici è tutelare pedoni e ciclisti dagli automobilisti che non rispettano i limiti, garantendo più sicurezza. Ma in tanti temono un caso Saronno, quando la giunta Porro aveva preso questo provvedimento scatenando ripetute proteste di cittadini e polemiche politiche.

Inevitabile che la questione finisse fra le osservazioni del Put, con la lista Incontro che chiede di mantenere i 50 all’ora laddove ci sono marciapiedi e percorsi ciclopedonali. Ecco dove entrerà in vigore il limite dei 30 all’ora: Adua, Dante, Zari, Battisti, Luini, 25 Aprile, Arno, Castelli, Roma, Italia, Capo Sile, Martiri di via Fani, Chiesa, 4 Novembre, Volta, Ariosto, Pio XI, San Giuseppe e Tagliamento. “Sono gli stessi cittadini a sollecitarci i 30 all’ora – ha precisato l’assessore Milanesi – In città si corre parecchio al volante e pedoni e ciclisti sono a rischio su molte strade”.  

La lista Incontro, capeggiata da Diego Peri, osserva che “i 30 all’ora sono da introdurre in zone con brevi tratti di percorrenza, nei centri storici e dove non vi è un marciapiede”. Primo esempio fra tutti: bisogna mantenere i 50 all’ora in via Italia, importante via di collegamento sia verso alcuni poli attrattivi comunali (municipio, banche, stazione ferroviaria e ufficio postale) sia verso altri comuni tramite via Tevere e il sottopasso ferroviario; qui sono presenti marciapiedi sul lato nord e sul lato sud, che già preservano la sicurezza dei pedoni. Stessa richiesta viene avanzata per la via 4 Novembre (realizzando un marciapiede dove non è presente), la via Sant’Alessandro (tra viale Cinque Giornate e via Kennedy) e la via Cattaneo (istituendo il senso unico); l’Incontro chiede invece di applicare la “zona 30” in via San Giovanni Bosco, strada a doppio senso di marcia dove vi sono due importanti attività, una industriale e una commerciale.

Se ne discuterà nel consiglio comunale di domani sera, giovedì 18 marzo, quando saranno approvate le controdeduzioni alle osservazioni del Piano del traffico.


EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

Bollate, due donne vivono in tenda davanti al municipio: intervento del Comune

Due donne cinquantenni vivono in auto ormai da alcuni mesi a Bollate. Della loro vicenda il notiziario si è occupato nelle scorse settimane, ma...
lavori strada

Cormano, due giorni di chiusure tra la Milano-Meda e la Rho-Monza

Lavori allo svincolo di Cormano, chiusure per una notte e per quasi due giorni di due important svincoli tra la Milano-Meda e la Rho-Monza. In...

Confcommercio Bollate compie 60 anni: premiate le eccellenze al dettaglio I VIDEO I FOTO

«Sessant'anni significa aver condiviso momenti di grande sviluppo e soddisfazioni e momenti di grande crisi come gli ultimi mesi che hanno segnato tutti ma...
Solaro ministero finanziamento

Solaro, dal Ministero 3,7 milioni per trasformare un pezzo di paese

È stato ufficialmente confermato il finanziamento pubblico di 3.7 milioni di euro che il Comune di Solaro riceverà per il recupero della zona circostante...
carabinieri giorno

Paderno Dugnano, rubano bancomat al mercato e prelevano allo sportello: arrestati

I carabinieri hanno arrestato a Paderno Dugnano tre persone che prelevavano allo sportello con una carta Bancomat appena rubata nel vicino mercato. Si tratta...
prima pagina notiziario

Scandalo rifiuti illeciti nella nostra zona; presa la baby gang di Saronno | ANTEPRIMA

La notizia di apertura del Notiziario di questa settimana è lo scandalo dello smaltimento illegale di rifiuti scoperto a Rovellasca, che riguarda anche i...

Caronno e Origgio: la truffa corre al telefono. Falsi parenti chiedono soldi

La nuova frontiera della truffa non è solo il porta a porta bensì le telefonate: ci sono malviventi che chiamano a casa degli anziani...
prima pagina notiziario
il notiziario è in edicola!
provalo in digitale
SCEGLI L’ABBONAMENTO !