HomeBUONO A SAPERSIIl caffè espresso italiano candidato a patrimonio dell'Unesco. Centinaio: "Riscoprire il suo...

Il caffè espresso italiano candidato a patrimonio dell’Unesco. Centinaio: “Riscoprire il suo ruolo sociale”

Il rito del caffè – Totò e Peppino in una scena del film “La banda degli onesti”

Il caffè espresso italiano si candida ufficialmente a diventare patrimonio immateriale dell’umanità. Lo ha annunciato il ministro dell’Agricoltura Stefano Patuanelli dopo che ieri si è conclusa l’istruttoria con l’invio a Parigi, sede dell’Unesco, delle candidature del ‘Rito del caffè espresso italiano tradizionale’ e quella della ‘Cultura del caffè napoletano’.

In Italia il caffè è sinonimo di socialità ma anche fonte di guadagno: secondo i recenti dati dell’Istituto Espresso Italiano (Iei) la filiera vale da sola circa 5 miliardi di euro, dà lavoro a quasi 10 mila addetti mentre si calcola sono oltre 3 miliardi le tazzine consumate ogni giorno. E ancora nel settore operano oltre 800 torrefazioni con circa 7.000 addetti con l’Italia diventato terzo Paese al mondo, dopo la Germania e il Belgio, per volumi di caffè esportato.

La pandemia però ha messo a dura prova il settore con difficoltà crescenti per chiunque voglia bere una tazzina di espresso al bar in favore dell’asporto tramite bicchierini usa e getta. La pratica del consumo “take away” assai popolare all’estero rischia di snaturare un rito nazionale. Il sottosegretario al ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali Gianmarco Centinaio, commenta: «L’auspicio è che la candidatura all’Unesco del rito del caffè espresso italiano tradizionale possa essere un ulteriore motivo e spunto per porre all’attenzione di tutto il governo un settore che ha subito non solo pesanti ripercussioni economiche, ma che è stato anche privato del ruolo sociale fondamentale per il paese. Non a caso la candidatura che abbiamo proposto riguarda proprio il ‘rito’ del caffè. Bere un espresso per noi è soprattutto un modo per incontrarci e per socializzare».

E aggiunge: «Aldilà del difficile momento storico che stiamo attraversando e che ci ha costretto a modificare alcune nostre abitudini, sono sicuro che gli italiani non vedono l’ora di poter tornare a frequentare i bar e i ristoranti senza tutte le restrizioni che ci ha imposto la pandemia». Se le misure anti-Covid hanno impedito temporaneamente il gusto del caffè espresso bevuto al bar c’è chi non è proprio riuscito a rinunciarci e la troppa voglia ha rivelato un gusto amaro come è capitato ai due titolari di un bar di Seveso, in Brianza: 46mila euro di multa e 5 giorni di chiusura dell’attività per aver servito abusivamente il caffè all’interno del locale. Al termine della scadenza per l’invio delle candidature, il 31 marzo, l’Unesco sarà chiamata a pronunciarsi ufficialmente ma intanto il rito del caffè è già entrato nell’Inventario dei Prodotti agroalimentari italiani.

Claudio Agrelli


EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

Senago De Gasperi

Senago: la chiusura di via De Gasperi porterà code per chi scende da...

Da domani, lunedì 26 luglio, scatta a Senago la chiusura di un tratto della via De Gasperi, con contestuale apertura della nuova bretellina (via...
gianetti consiglio

Solaro, i lavoratori Gianetti ospiti in consiglio comunale: c’erano ordini per un anno

I lavoratori della Gianetti Ruote sono stati ospitati venerdì sera dal consiglio comunale di Solaro che ha approvato all'unanimità  una mozione di sostegno alla...
Gallarate maltempo

Temporale e vento forte domenica mattina, danni ingenti a Gallarate | FOTO

Temporale e vento forte questa mattina, domenica 25 luglio a Gallarate, dove i Vigili del fuoco del comando provinciale di Varese sono impegnati in...
Paderno Dugnano auto albero

Paderno Dugnano, auto contro albero 39enne grave a Niguarda | FOTO

I vigili del fuoco sono intervenuti questa notte a Paderno Dugnano in viale Europa per un’auto finita fuori strada e contro un albero. L’allarme è...
Esselunga Solaro

Solaro, ruba 4 bottiglie di whiskey e aggredisce la guardia, ragazza arrestata

I carabinieri di Solaro hanno arrestato in flagranza di reato una giovane ragazza senza fissa dimora, che aveva appena rubato 4 bottiglie di whiskey...

Sacchi col microchip, a Caronno differenziata all’80%, ma aumentano i rifiuti abusivi

Il sacco col microchip, tanto contestato a Caronno Pertusella, ha migliorato il sistema di raccolta, precorrendo i tempi rispetto alle nuove direttive statali sullo...

Limbiate, bimbo precipita da un balcone: portato in ospedale

Momenti di apprensione questa mattina per le sorti di un bambino caduto dal balcone. È successo in pieno centro città. L'abitazione è infatti proprio di...
prima pagina
il notiziario è in edicola!
provalo in digitale
SCEGLI L’ABBONAMENTO !