HomeSERIE TVIl principio del piacere, recensione della serie Amazon: dall'est europeo un mistery...

Il principio del piacere, recensione della serie Amazon: dall’est europeo un mistery a tinte forti

di Stefano Di Maria

Il PRINCIPIO DEL PIACERE è una nuova serie Amazon Prime che ci trasporta nell’Europa dell’est, dall’Ucraina alla Polonia, alla Repubblica Ceca. Location inedite per una serie televisiva, ma non deve stupire più che tanto: oramai anche il mercato seriale di questa parte d’Europa sta cominciando a farsi conoscere, dimostrando di essere capace di produzioni dal respiro internazionale. Lo dimostra questo show di dieci episodi di circa un’ora, che a dispetto del titolo italiano (come non pensare alle solite storie commerciali di sesso e poco altro?) può fare pienamente concorrenza alle serie americane e, ancor di più, a quelle dell’Europa occidentale.

Tutto ha inizio a Odessa, dove viene ritrovato su una barca alla deriva il corpo di una donna con un braccio mutilato; negli stessi istanti a Varsavia, nel portabagagli di una macchina, viene rivenuto un braccio e poi il cadavere di un’altra donna; un altro arto femminile spunta in una borsa di uno spettacolo teatrale a Varsavia. Che cosa lega i tre casi? A scoprirlo saranno le squadre di polizia che se ne occupano, che a un certo punto capiscono che sono tutti omicidi collegati. Riusciranno così a scoperchiare un mondo di prostituzione, perversioni, droga e corruzione che arriva ai piani alti della politica.

Se c’è un difetto in questa serie è la trama complicata: troppi i fatti narrati e troppe le situazioni, al punto che si rischia di perdere il filo. Di certo non aiuta la pronuncia dei nomi dell’est dei tanti personaggi, a cui l’orecchio occidentale non è abituato, col rischio di non capire di chi si stia parlando e di fare confusione. Non è quindi una serie da vedere tanto per riempire una serata, fra messaggi al telefono e qualche distrazione in famiglia: IL PRINCIPIO DEL PIACERE richiede attenzione. In ogni caso, non sarà difficile grazie a una scrittura che mette in luce le tante sfaccettature psicologiche con cui vengono rappresentati i tre detective protagonisti, ai quali è facile affezionarsi. Tanto che, dopo dieci ore di visione, è difficile staccarsene e di sicuro non si dimenticheranno facilmente.

Merito dei bravissimi interpreti: Sergey Strelnikov è Serhij Franko, un investigatore segnato dall’omicidio della madre uccisa da un serial killer; Malgorzata Buczkowska è Maria Sokołowska, una poliziotta il cui carattere spigoloso le impedisce di avere relazioni; Karel Roden è Viktor Seifert, che prossimo alla pensione non vuol lasciare la polizia fino a quando non risolverà il caso. Tutti diversi fra loro, sono accomunati da un grande senso del dovere e della giustizia, non temono il pericolo e hanno uno spirito di gruppo che li porta a collaborare senza rivalità. Fino all’impensabile epilogo di una storia che lascerà col fiato sospeso.

Nella serie spiccano una regia e un montaggio che riescono sempre a tenere alta l’attenzione, costruendo una storia ben strutturata, con personaggi e vicende credibili, mai sopra le righe (salvo qualche rara eccezione e sbavatura).

A fare da sfondo è una fotografia che cristallizza le città dell’est europeo con colori spenti, slavati, e cieli grigi, soffermandosi (soprattutto in Ucraina) su edifici e atmosfere di un post comunismo che in quelle città sembra difficile scrollarsi di dosso. Ma dove la gente ha un perenne desiderio di riscatto.

Qui trovate tutte le nostre recensioni:

https://www.ilnotiziario.net/wp/serie-tv/


EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

Sacchi col microchip, a Caronno differenziata all’80%, ma aumentano i rifiuti abusivi

Il sacco col microchip, tanto contestato a Caronno Pertusella, ha migliorato il sistema di raccolta, precorrendo i tempi rispetto alle nuove direttive statali sullo...

Limbiate, bimbo precipita da un balcone: portato in ospedale

Momenti di apprensione questa mattina per le sorti di un bambino caduto dal balcone. È successo in pieno centro città. L'abitazione è infatti proprio di...

Lombardia zona bianca sabato 24 e domenica 25 luglio: ristoranti aperti al chiuso, niente...

Weekend di zona bianca per la Lombardia. Novità degli ultimi giorni è l’introduzione del Green Pass obbligatorio per una serie di attività dal prossimo...
Bollate comune anello brillante

Solaro, rubano al super e spintonano la responsabile: presi

Nella mattinata di oggi, venerdì 23 luglio, tre persone sono state bloccate dai carabinieri di Solaro nella zona del Parco delle Groane dopo che...

Addio furti e danni alle bici: a Caronno e Cislago arrivano le velostazioni

Diminuire il traffico del mattino e della sera sulle strade, abbassando così l’inquinamento acustico e atmosferico; liberare parcheggi e, soprattutto, stimolare uno stile di...

Luca Attanasio, a Reggio Calabria dedicato un ponte per l’ambasciatore limbiatese

Nella giornata di ieri, giovedì 22 luglio, è stato inaugurato a Reggio Calabria un ponte intitolato alla memoria di Luca Attanasio, l'ambasciatore originario di...
draghi green pass

Green Pass obbligatorio dal 6 agosto, ecco dove e come funziona

Varato il nuovo decreto legge con le “Misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19 e per l’esercizio in sicurezza di attività sociali ed...
prima pagina
il notiziario è in edicola!
provalo in digitale
SCEGLI L’ABBONAMENTO !