HomeSERIE TVSky Rojo, la recensione della serie Netflix: tre prostitute in cerca di...

Sky Rojo, la recensione della serie Netflix: tre prostitute in cerca di riscatto

di Stefano Di Maria

Al quarto posto nella top ten di Netflix c’è in questi giorni SKY ROJO, uscita dalla vulcanica mente di Alex Pina, l’autore de LA CASA DE PAPEL e del recente WHITE LINES. Una serie a tratti splatter, alla “Pulp Fiction”, che obbligando alla sospensione dell’incredulità – in un ritmo serrato – non dà tregua dal primo all’ottavo episodio.

Al centro della vicenda ci sono tre prostitute di un bordello di Tenerife, Coral, Wendy e Gina, in fuga dal capo Romeo. Il loro viaggio in macchina, costellato da pericolose avventure, ricorda quello della pellicola “Thelma e Luoise”: ma qui le donne in cerca di riscatto non scappano dalla polizia (del tutto inesistente), bensì dagli scagnozzi di Romeo, i fratelli Moisés e Christian, perennemente sulle loro tracce. Fra morti veri o presunti, sparatorie, feriti e pericoli di ogni genere (non poteva mancare il veterinario che cura un ferito), le tre amiche e ormai ex “colleghe” si ritroveranno a vivere la libertà tanto a lungo sognata. Ma a quale prezzo non lo sapremo nemmeno alla fine dell’ottavo episodio, perché si conclude con un cliffhanger che spalanca la porta alla seconda stagione.

Infarcito di volgarità (che potrebbero far storcere il naso a chi ama le serie classiche), sangue e tanta violenza, SKY ROJO sembra quasi non prendersi sul serio, facendo il verso alle storie che trattano gli stessi temi con toni meno ridondanti. Temi di spessore, che a dispetto delle atmosfere pulp emergono comunque: primo fra tutti il maschilismo e la donna trattata come merce sessuale. Le scene nel club di Romeo gridano forte e chiaro che dietro i volti sorridenti delle prostitute che ballano sui cubi, dietro gli sguardi vogliosi di quelle che intrattengono uomini nei salottini, si nascondono donne infelici, costrette a quella vita da un percorso di perdenti. Ce lo raccontano i flashback del passato delle protagoniste: seppure brevemente, parlano della povertà nelle favelas, di rapporti amorosi andati a rotoli e del bisogno di soldi per coronare i propri sogni. Pensare che dietro la fuga di Coral, Wendy e Gina ci sia un movente femminista, tuttavia, non è appropriato: semplicemente, sono donne che vogliono riscattarsi dallo sfruttamento e che sono pronte a tutto per riuscirci.

Ogni interprete è a suo agio nel ruolo: spiccano la Veronica Sànchez de IL MOLO ROSSO e Miguel Angel Silvestre, che ricordiamo nel bellissimo SENSE8 e in NARCOS. La fotografia, come in quasi tutte le serie spagnole, punta sui colori accesi, vividi, cui si affiancano una regia e una scrittura che riescono a tenere alta l’attenzione dello spettatore: la visione è un susseguirsi di colpi di scena, costringendo al binge watching grazie a un minutaggio di nemmeno mezz’ora. Vedremo se la seconda stagione riuscirà a mantenere le stesse qualità o, magari, a superarle.

 

Qui trovate tutte le nostre recensioni:

https://www.ilnotiziario.net/wp/serie-tv/


EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

Bovisio, si ribalta con l’auto rubata: feriti due 15enni, denunciato un 29enne di Limbiate

Si è ribaltato al volante dell'auto rubata, dopo una serie di manovre pericolose sull'asfalto bagnato. Nei guai è finito un 29enne di Limbiate che,...

Da fuori regione per comprare droga a Saronno e dintorni: sanzioni dei carabinieri

Prosegue senza sosta l’attività dei carabinieri di contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti, particolarmente diffuso nelle aree rurali e boschive di diversi comuni nella...

Uboldo: centra il 5 al SuperEnalotto e vince 50mila euro

Dopo i 500mila euro vinti al "gratta e vinci" mesi fa, Uboldo si conferma uno dei comuni più fortunati della zona.  In queste ore è...

Saronno, prime vaccinazioni nell’hub dell’Ex scuola Pizzigoni I VIDEO

Ore 8. Il signor Carlo è il primo paziente a ricevere il vaccino anti Covid nel centro allestito nella palestra dell’ex scuola Pizzigoni di...
Bollate spaccio

Operazione Arhat, 37 arresti, sgominata anche la banda che gestiva lo spaccio a Bollate...

Gestivano anche le piazze di spaccio di droga di Bollate e Baranzate alcuni dei 37 arrestati questa mattina nella maxi operazione dei carabinieri condotta...

A Uboldo raccolti 300mila punti Fidaty per comprare cibo per le famiglie in difficoltà

“Il Covid ha fatto tanto male, è tutt’ora un gravissimo problema, ma ci ha reso tutti più consapevoli di quanto sia grande il cuore...

Paderno, attivo il centro vaccini in oratorio: 50 vaccinazioni in un’ora, 2 rinunciano ad...

Alle 8:10 è stata somministrata la prima dose al centro vaccini di Paderno Dugnano. Venti minuti prima sono partite le registrazioni nella palestra dell’oratorio...
prima pagina notiziario
il notiziario è in edicola!
provalo in digitale
SCEGLI L’ABBONAMENTO !