HomePrima PaginaVaccini, giovani psicologhe di Saronno a Draghi: "Abbiamo lo stesso diritto di...

Vaccini, giovani psicologhe di Saronno a Draghi: “Abbiamo lo stesso diritto di medici e infermieri”

“Smettetela di vaccinare prima chi ha meno di 60 anni come i giovani, gli psicologi di 35 anni”. Fanno discutere le parole pronunciate ieri dal presidente del Consiglio, Mario Draghi durante la conferenza stampa a Palazzo Chigi dove, insieme al presidente del Consiglio superiore di sanità Franco Locatelli, ha fatto il punto sulla campagna vaccinale anti Covid-19 in Italia.

Rispondendo alle domande dei giornalisti sugli squilibri nell’accesso alle dosi, Draghi ha puntato il dito contro i cosiddetti “furbetti del vaccino” e ha fatto appello alla coscienza di quei giovani che saltano la fila ricevendo l’immunizzazione prima di soggetti che avrebbero più bisogno come anziani e fragili.

Loro però, i discendenti di Freud e Jung che curano gli stati mentali e comportamentali degli individui non ci stanno: si dicono “spiazzati” anche perché – ribattono – era stato lo stesso Governo a decidere le priorità vaccinali includendo gli psicologi tra le professioni sanitarie. Laura Tomasello, 35 anni, psicologa di Saronno, dice: “Mi ha lasciato un po’ di amarezza il fatto che abbia citato lo psicologo come allargamento ingiustificato della platea degli operatori sanitari. Ancora oggi, purtroppo, la nostra figura non viene considerata pienamente una professione sanitaria al pari di medici e infermieri”.

Le fa eco Laura Casnaghi, psicoterapeuta di Garbagnate Milanese che da anni esercita la professione in Liguria. “Mi sono vaccinata rispettando la prenotazione, non mi sento una furbetta che ha saltato la fila. Il vaccino ha messo in sicurezza non solo me ma anche i tanti pazienti fragili che ricevo ogni settimana in studio”.  E Maria Giulia Carioli, 29 anni, psicologa saronnese, aggiunge: “A gennaio il governo aveva ampliato l’accesso alle categorie sanitarie e ora si lamenta che i giovani vengono vaccinati prima degli ottantenni.

Chi lavora in ambito pubblico e ospedaliero ha lo stesso diritto di medici o infermieri. Mi sembra un modo di puntare il dito per coprire le falle del sistema di organizzazione dei vaccini che fa acqua da tutte le parti”. Per David Lazzari, presidente Consiglio nazionale dell’Ordine degli Psicologi, “l’ultimo Decreto (DL n.44 1° aprile 2021 ndr) trasforma la facoltà di vaccinarsi in obbligo per tutti gli iscritti agli Ordini sanitari.

Questi obblighi non sono determinati dal fine di proteggere i sanitari ma le persone, bambini e adulti, seguiti dagli psicologi stessi”. In giornata è attesa una nuova direttiva per le regioni del Commissario straordinario all’emergenza Francesco Paolo Figliuolo sulla necessità di seguire la vaccinazione adottando il criterio anagrafico, partendo cioè dai soggetti più anziani d’età.

Claudio Agrelli


EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

Ruba innaffiatoi al cimitero di Uboldo: inseguito e bloccato, li restituisce

Incredibile ma vero, c’è chi ruba gli innaffiatoi del cimitero: qualche giorno fa un uboldese non ha esitato a inseguire il ladro, fermandolo e...
suor luisa congo

Suor Luisa, da Saronno in Congo: “Qui per costruire, la violenza non ci fermerà”

"Andare avanti, nonostante la violenza". Sono trascorsi cinque mesi da quando Suor Luisa Zoia ha lasciato la parrocchia 'Sacra Famiglia' nel quartiere Prealpi di...
cesate sgombero ditta furto

Le rubano l’IPhone a Como, ritrovato a Lentate grazie alla geolocalizzazione: denunciato un 16enne

Nella giornata di sabato 8 maggio, un ragazzo di 16 anni di Lentate sul Seveso, incensurato, è stato denunciato per ricettazione dopo essere stato...

Covid, i pasticceri di Uboldo trasferiti a Miami: “In America veri aiuti e niente...

“La pandemia? Qui, a differenza dell’Italia, ci sono stati veri aiuti ed è stato fatto di tutto per non far crollare l’economia”. E’ la...
villa arconati bollate

Bollate, completato il restauro della Villa Arconati a Castellazzo, riapre al pubblico la piccola...

La splendida Villa Arconati a Castellazzo di Bollate torna a mostrarsi in tutta la sua meraviglia.  Venerdì 30 aprile è terminato, dopo cinque anni...
Varedo motociclista incidente

Incidente sulla Saronno-Monza a Varedo, era di Laglio il motociclista morto

Si chiamava Matteo Confalonieri, aveva 44 anni ed era residente a Laglio, sul lago di Como, il motociclista che ha perso la vita ieri...

Incidente mortale a Varedo, Saronno-Monza bloccata | VIDEO | FOTO

  È stato un incidente terribile quello che si è consumato oggi, domenica 9 maggio, intorno alle 15, a Varedo lungo la Saronno-Monza, proprio davanti...
prima pagina notiziario
il notiziario è in edicola!
provalo in digitale
SCEGLI L’ABBONAMENTO !