HomeNORD MILANOBauli in piazza a Roma, protesta dei lavoratori dello spettacolo anche da...

Bauli in piazza a Roma, protesta dei lavoratori dello spettacolo anche da Saronno e Garbagnate I VIDEO

La prima manifestazione dei Bauli in piazza Duomo a Milano il 10 ottobre 2020

I bauli tornano in piazza. Dopo il flash mob coreografico del 10 ottobre scorso a Milano mille bauli neri portati da altrettanti lavoratori dello spettacolo riempiranno domani, 17 aprile, anche piazza del Popolo a Roma. #IlGovernononcivede è lo slogan scelto dal movimento che dà voce ad oltre 500mila tra tecnici e professionisti degli eventi live – settore che comprende oltre ai concerti musicali anche fiere, spettacoli culturali, sfilate di moda e convention aziendali – fermi da oltre un anno causa pandemia Covid-19. “L’industria dello spettacolo dal vivo continua ad essere un fantasma per le istituzioni” denunciano gli aderenti di “Bauli in piazza – We make events Italia” che al ministro della cultura Dario Franceschini chiedono più aiuti economici e l’avvio di un tavolo interministeriale per la riforma strutturale del settore.

Da Saronno è pronto a partire per Roma anche Cristiano Baldo, in arte “Ruvido”, 53 anni, tour manager del cantante Bugo. “Chiediamo una definizione che sia la più omogenea possibile per tutte le figure inquadrate nel mondo dello spettacolo. – dice – Il nostro precariato è molto più sostanzioso rispetto ad altri perché eterogeneo”. E sulla decisione del governo di ammettere il pubblico negli stadi – massimo 16mila presenze all’Olimpico di Roma per la partita inaugurale dell’Europeo di calcio di giugno – aggiunge: “Qualcuno dovrà spiegarci perché in uno stadio la gente si può sedere una seggiola si e una no, e sappiamo bene che il pubblico degli stadi non è particolarmente ligio a certe cautele, mentre le uniche categorie che sono rimaste fuori dalle riaperture sono cinema e teatri”.

La protesta dei lavoratori dello spettacolo si allarga al mondo della lirica. Al Piccolo teatro Grassi di Milano, occupato e trasformato in “parlamento culturale” da oltre un mese dal coordinamento lombardo dello spettacolo ieri si sono dati appuntamento i direttori dei teatri d’opera. Tra interventi dal vivo e in streaming i lirici hanno discusso di come allargare il pubblico non appena ripartiranno i concerti. Insieme a loro attori, scenografi e costumisti si mobilitano coralmente dopo oltre un anno di fermo per gli eventi dal vivo causa pandemia. Sale vuote e precarietà dei ristori per una platea che l’Inps stimava in oltre 300mila addetti nel 2019. Una crisi che ha travolto i lavoratori dello spettacolo tanto di città quanto di provincia. “Le problematiche sono le medesime – ragiona Beatrice Parapini, attrice teatrale e corista di Garbagnate Milanese – compagnie grandi e piccole si sono ritrovate nella stessa situazione. La differenza è che le grandi realtà possono beneficiare dei sostegni statali cosa che le piccole compagnie non hanno”. E aggiunge: “Noi oggi non chiediamo un segnale per domani ma per gli anni a venire pensando alle generazioni future. A una giovane donna che vuole fare la scenografa deve avere la possibilità di essere assunta correttamente, con garanzie quali la maternità, le ferie, le tutele, come tutti gli altri. Noi oggi non abbiamo niente di tutto questo”.

Il presidente del Consiglio ha annunciato oggi riaperture graduali a partire dal 26 aprile  insieme a nuove misure economiche dopo l’approvazione dello scostamento di bilancio da 40 miliardi: “La logica dei nostri interventi è di due tipi – ha detto Draghi in conferenza stampa a Palazzo Chigi – un sostegno alle persone – umanitario – per coloro che hanno perso tutto e non per colpa loro, un altro serve a evitare che le imprese per mancanza di liquidità chiudano o vengano acquistate da qualcuno che si presenta all’improvviso. Sta capitando”.

Claudio Agrelli


EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

Vandali contro il defibrillatore: indignati i volontari di Cislago Cuore

Non si capisce perché i vandali continuino a prendersela con le teche dei defibrillatori. Hanno colpito di nuovo, stavolta sulla Varesina, vicino il poliambulatorio...

Lombardia zona bianca sabato 31 e domenica 1 agosto: niente coprifuoco, ristoranti aperti al...

Weekend di zona bianca per la Lombardia. Negli ultimi giorni i numeri, sia dei ricoverati in terapia intensiva sia quelli ricoverati non in terapia...
misinto ribaltata

Misinto, perde il controllo dell’auto e si ribalta, ragazza in ospedale | FOTO

Alle 6.40 di questa mattina diversi mezzi di soccorso sono intervenuti a Misinto, dove un'auto si è ribaltata sulla via San Siro.  L'incidente si è...

Alluvione sul Lago di Como: anche i volontari di Bollate, Paderno, Misinto, Lazzate, Cogliate...

Il maltempo dell'ultima settimana non ha risparmiato la Lombardia, in particolare la zona del Lago di Como: i violenti temporali, infatti, hanno provocato frane...
Gianetti consiglio

Gianetti Ceriano: nuova convocazione al Ministero per il 4 agosto

Il nuovo incontro al Ministero dello Sviluppo Economico per il futuro della Gianetti di Ceriano Laghetto è in programma il prossimo 4 agosto. La seconda...

I VersozerO in finale a “SanremoRock”: la band di Solaro e Mozzate al Teatro...

  “Siamo in finale”, esultano, direttamente dalla loro pagina Facebook, i componenti della band VersozerO, comunicando ai loro fan la bella notizia: sono tra i...

Paderno Dugnano, traffico e code in centro: passaggio a livello abbattuto, treni in ritardo

Nuovi disagi per il centro di Paderno Dugnano. Dalla metà mattina di venerdì il traffico è in tilt per il danneggiamento del passaggio a...
prima pagina notiziario
il notiziario è in edicola!
provalo in digitale
SCEGLI L’ABBONAMENTO !