HomeBRIANZACeriano, autotreni respinti alla Gianetti, martedì e mercoledì due manifestazioni

Ceriano, autotreni respinti alla Gianetti, martedì e mercoledì due manifestazioni

Quattro autotreni respinti e multati alla Gianetti di Ceriano Laghetto, mentre entrano le autobotti per gli spurghi e i lavoratori si apprestano a protestare sotto la prefettura e la sede della Regione.
Dopo il periodo di relativa calma in agosto, questi sono giorni di apprensione davanti al presidio della Gianetti Ruote di Ceriano Laghetto dove dal 3 luglio i lavoratori protestano contro la chiusura improvvisa della fabbrica e il licenziamento di 152 persone. Sia giovedì che venerdì si sono presentati ai cancelli due autotreni per caricare prodotti finiti rivendicati dai clienti.

TUTTI GLI ARTICOLI SULLA VICENDA GIANETTI RUOTE IN QUESTA PAGINA (CLICCA QUI)

Ma i mezzi pesanti sono stati multati dalla Polizia locale in forza di un’ordinanza che vieta l’accesso alla via Stabilimenti dove nel frattempo sono anche comparsi alcuni tronchi d’albero che rendono difficile anche fisicamente l’ingresso ai tir. Intanto i sindacati hanno già messo in calendario due nuove manifestazioni, martedì 7 davanti alla prefettura di Monza e mercoledì 8 davanti alla sede di Regione Lombardia.

Ieri pomeriggio sono entrati invece in fabbrica due autocisterne per la pulizia del depuratore, come intimato dalla Provincia di Monza e Brianza dopo lo sversamento di schiuma nel torrente delle scorse settimane. “La messa in sicurezza della fabbrica e la tutela dell’ambiente da parte nostra non sono mai state messe in discussione ma chiediamo il rispetto delle regole da parte dell’azienda” -hanno ribadito i sindacati.

Sul divieto d’ingresso dei mezzi pesanti è intervenuto il sindaco Roberto Crippa: “C’è un presidio permanente da due mesi, con operai presenti giorno e notte ed è quello il motivo per cui è stato istituto il divieto di transito ai mezzi pesanti, al fine di evitare situazioni di pericolo. Ci sono dei precedenti tragici come quello di qualche mese fa a Biandrate, in una situazione assolutamente identica a quella che si sta vivendo in queste settimane alla Gianetti, che vogliamo assolutamente evitare. Non credo che sia opportuno fare delle forzature di questo tipo, con i lavoratori già esasperati. Rilancio l’appello al buon senso da parte di tutti per evitare situazioni spiacevoli e rischiose”.


EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

scuola covid

Contagi nelle scuole della Lombardia: 67mila studenti e 5.415 classi in quarantena

Sono oltre 67mila gli studenti della Lombardia attualmente in quarantena perché contatti stretti di casi positivi. Lo rivela il Corriere della Sera dando i...

Cusano Milanino, Carmine è scomparso da 3 settimane: l’appello a Chi l’ha visto? su...

Dov’è finito Carmine D’Errico? Anche Chi l’ha visto? si occupa della scomparsa del 65enne di Cusano Milanino. La segnalazione è stata lanciata direttamente da...

Covid: a Bollate, gli “Angeli a sei zampe” aiutano chi è positivo

Gli instancabili “Angeli a sei zampe”. Instancabili, sempre presenti e soprattutto sensibili: ancora una volta i volontari dell’associazione “Bollate a sei zampe” meritano un encomio...
bulli

Rho, aggressioni, minacce e bullismo con i video su Telegram, arrestati 6 minorenni

Sei minorenni che frequentano un istituto superiore di Rho sono stati arrestati dai carabinieri con l’accusa di atti persecutori, diffusione di riprese e registrazioni...

Saronno, perso finanziamento da 4 milioni per la scuola Rodari. L’ex Assessore Ciceroni: “Sindaco...

Caos nella giunta comunale di Saronno. Nella giornata di ieri, martedì 18 gennaio, il sindaco Augusto Airoldi ha ufficializzato in maniera formale, tramite videomessaggio, una...
Bollate don Mario Mascheroni

Bollate, l’addio a don Mario di Cassina Nuova e Cascina del Sole

Si è spento don Mario Mascheroni, ex parroco a Cassina Nuova e Cascina del Sole. La notizia è arrivata nella giornata dell’Epifania e ha lasciato...

Trenord, treni soppressi. Regione Lombardia: in quarantena il 32% dei ferrovieri

Arrivano al 26% le assenze per i macchinisti e al 32% per i capitreno. Praticamente più di 1 ferroviere su 4 di Trenord è...
prima pagina notiziario
il notiziario è in edicola!
provalo in digitale
SCEGLI L’ABBONAMENTO !