HomeSERIE TVMirage, recensione della serie Sky: spionaggio industriale ad Abu Dhabi

Mirage, recensione della serie Sky: spionaggio industriale ad Abu Dhabi

di Stefano Di Maria

E’ ambiziosa la serie MIRAGE, ma non raggiunge quello che avrebbe dovuto essere il suo scopo: proporre una spy story offrendo qualcosa di più. La sensazione, al termine del sesto episodio, è di già visto, di mancanza di originalità. Un peccato, perché qualche carta vincente l’aveva. Soprattutto l’ambientazione: Abu Dahbi, una location raramente vista in una serie tv, che ha grandi potenzialità per fare da sfondo a show cinematografici e seriali.

MIRAGE, produzione tedesco-franco canadese, è una storia di spionaggio industriale. La protagonista è Claire, un’esperta di sicurezza informatica il cui marito Gabriel è scomparso durante lo tsunami del 2004 in Thailandia. Quindici anni dopo, sposatasi con un altro uomo e trasferitasi ad Abu Dhabi con lui e il figlio, Claire scorge la sagoma di Gabriel riflessa su un vetro di un ristorante e si mette sulle sue tracce fino a ritrovarlo. Che cosa è successo? Perché si è nascosto per tutto questo tempo? La donna si ritroverà invischiata suo malgrado in un gioco pericoloso, dove tutti spiano tutti, nascondendosi dietro la maschera della normalità quando sono le pedine di un piano in cui la posta in gioco è altissima: una società petrolifera vuol provocare un incidente in una centrale atomica per sconfiggere la società concorrente, che sta sviluppando energie alternative. Claire non saprà più di chi fidarsi (nemmeno dell’ex marito) e arriverà a rischiare la vita pur di stare dalla parte giusta.  

Come dicevamo, le potenzialità per una grande serie c’erano tutte, peccato che non siano state sfruttate appieno. La storia è complessa e non aiutano le sofisticate tecnologie spiegate come leggendo un manuale. C’è poi il problema della presenza di attori che non riescono a catturare lo spettatore facendolo legare ai personaggi: non che la recitazione non sia buona, ma non si genera empatia, restando distaccati durante la visione. La scrittura tutto sommato regge, ma la trama è quello che è: appassiona poco e ci sono sottotrame come quella del figlio di Claire e dei suoi amici che non portano nulla di determinante alla storia.

In compenso l’ambientazione nella capitale degli Emirati Arabi è suggestiva, sottolineata da una fotografia che cristallizza i paesaggi desertici, il mare splendido con lo skyline dei grattacieli e la città araba. Ciò non compensa certo l’economia generale della serie, che da come finisce potrebbe riservare una seconda stagione: non ne vale la pena ma, chissà, magari potrebbe essere un’opportunità di riscatto.

MIRAGE, trasmessa da France 2, è stata distribuita questo mese da Sky Serie e può essere recuperata nei pacchetti a pagamento di Sky.

Trovate qui tutte le nostre recensioni:

https://www.ilnotiziario.net/wp/serie-tv/


EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

solaro incidente

Solaro, incidente con auto ribaltata, 28enne in ospedale

Un ragazzo di 28 anni è stato trasportato in ospedale di codice giallo dopo un incidente in auto ieri sera a Solaro. L’allarme è scattato...
grammatica scuola

La Grammatica maschilista

Mi ricordo che, quando ero ragazzino e non c’era ancora la grande attenzione verso la discriminazione di genere, una delle mie tre sorelle mi...

Bebe Vio a Cormano, la campionessa delle paralimpiadi è testimonial “green”

Bebe Vio a Cormano come testimonial Green. Questo pomeriggio la campionessa paralimpica ha preso parte all'inizio della mossa a dimora di 1.500 piante. Bebe...
Rocco Di Clemente

Arese, morto l’imprenditore Rocco Di Clemente: fu tra i fondatori di “CasaTua”

Un grave lutto ha colpito la comunità di Arese e più in generale il mondo dell'imprenditoria della zona di Rho e Bollate. È morto oggi...

Saronno: salta il premio Ciocchina 2021, rinviati gli “oscar” delle eccellenze cittadine

Le statuette del Premio Ciocchina, le onorificenze che la città di Saronno assegna ai suoi cittadini più benemeriti anche quest'anno non verranno assegnate. Lo...

Bimba uccisa a Cabiate, iniziato a Como il processo all’ex compagno della madre

È cominciato mercoledì 20 ottobre, presso il Tribunale di Como, il processo contro Gabriel Robert Marincat, il 26enne di Camnago di Lentate di origini...

Gianetti Ruote: secondo giorno di blocco stradale tra Ceriano e Solaro, tensioni ma nessun...

Dopo giovedì, anche venerdì è giorno di protesta a Ceriano. Secondo blocco stradale consecutivo nei pressi di Gianetti Ruote di Ceriano Laghetto. Dopo il...
prima pagina notiziario
il notiziario è in edicola!
provalo in digitale
SCEGLI L’ABBONAMENTO !