HomeSERIE TVThe unlikely murderer, recensione: ricostruzione poco obiettiva dell'omicidio dell'ex Premier svedese

The unlikely murderer, recensione: ricostruzione poco obiettiva dell’omicidio dell’ex Premier svedese

di Stefano Di Maria

THE UNLIKELY MURDERER (Un’improbabile assassino) è una miniserie originale Netflix che racconta uno dei gialli insoluti della storia svedese: l’omicidio, nel 1986, del Premier Olof Palme. Uscito dal cinema con la moglie, fu freddato a colpi di pistola da un uomo che non è mai stato identificato. Un delitto che all’epoca si sussurrava fosse stato architettato dalla Cia per le simpatie che il premier svedese nutriva per la Russia. Lo show ripercorre le fasi delle indagini ma anche la vita privata e la psicologia del maggiore indiziato, Stig Engström: un grafico pubblicitario del tutto insospettabile, ma sul quale col tempo si concentrò la polizia, pur non riuscendo a raccogliere prove sufficienti per incriminarlo. Eppure i suoi comportamenti erano  pieni contraddizioni: dichiarò alla polizia di essere un testimone e di avere cercato di aiutare la vittima, quando nessuno lo aveva mai confermato. Addirittura dichiarò alla stampa di essere stato scambiato per l’assassino quando non c’entrava nulla. 

Ambientata in una Stoccolma fredda, gelida quanto gli occhi del protagonista, che sembra incapace di provare emozioni, la miniserie è tratta dal libro scritto sulla vicenda da Thomas Petterson, giornalista investigativo. Gli sceneggiatori Wilhelm Behrman e Niklas Rockström, tuttavia, preferiscono spiattellare subito la loro verità: che Engström sia l’assassino di Palme, senza lasciare allo spettatore il beneficio del dubbio. Una scelta discutibile, che rischia per altro di essere controproducente togliendo suspense e interesse alla storia, ma proprio per questo coraggiosa: Behrman e Rockström, evidentemente, non hanno alcun dubbio sulla colpevolezza di Stig, per altro morto proprio quando – a distanza di anni – si stava imbastendo un processo contro di lui, e non hanno voluto fingere un’imparzialità che magari ai loro occhi avrebbe inficiato il risultato.

THE UNLIKELY MURDERER non è una serie facile. E’ lenta e certo inadatta a chi cerca l’azione, ma le indagini sull’omicidio di Palme hanno il loro fascino. Tuttavia non c’è pathos, manca il sentimento. E’ come se la neve che ricopre Stoccolma avesse raggelato anche i cuori dei protagonisti. Emblematica in tal senso la moglie di Stig, con cui ha un rapporto così formale che potrebbero essere quasi due estranei: la loro relazione è distaccata, fatta più di silenzi che di parole, al punto che, quando lei sospetta del marito, si tiene tutti i suoi dubbi e continua a vivere come se nulla fosse.

La miniserie fa un tentativo di approfondimento psicologico sul perché Stig potrebbe essere arrivato a commettere l’omicidio, ma in modo poco convincente: certo ha vissuto un’infanzia di solitudine e di bullismo, ma perché prendersela col premier? Comunque sia, l’interpretazione di Stig Engström, affidata a Robert Gustafsson, è riuscita bene: una prova drammatica importante per questo attore, noto in Svezia per i suoi ruoli comici.

THE UNLIKELY MURDERER, disponibile in cinque episodi di 45 minuti circa, è nel complesso una serie di non facile fruizione, con la pretesa di annoverarsi fra i crime tipici della Scandinavia, ma con dei limiti evidenti.

Trovate qui tutte le nostre recensioni: https://www.ilnotiziario.net/wp/serie-tv/

 

 

 

 

 

 


EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

Paderno, apre il centro vaccini per la terza dose (e nessun obbligo di mascherina...

Dal 13 dicembre anche Paderno Dugnano torna a essere attiva come hub vaccinale. Poche ore fa la giunta Casati ha deliberato ufficializzandolo a tutti...

Bollate, dopo la sospensione Covid, ripartono il pre e il post scuola

Da giovedì 9 dicembre 2021 verrà riattivato il servizio di pre e post scuola per tutte le classi delle scuole primarie Marco Polo di...
Caronno droga

Caronno Pertusella: dal camionista all’imprenditore in Maserati al mercato della droga, 3 arresti |...

Tre uomini, un 22enne, un 31 enne e un 23 enne, tutti di origine marocchina, sono stati arrestati dai carabinieri di Saronno che hanno...

Segni in codice dei ladri sui citofoni, paura a Caronno

Segni sospetti, simboli e lettere, come la X e la K, sono stati trovati sui citofoni del rione Acquedotto di Caronno Pertusella, nelle vie...

Paderno Dugnano, passaggio a livello guasto: ancora code in centro e treni in ritardo

Questa volta ci sarebbe un guasto ai due passaggi a livello di Paderno Dugnano che hanno mandato in tilt la circolazione sia automobilistica che...
furto abbraccio polizia

Ecco come sfilavano gli orologi con un abbraccio: tre denunciati a Milano | VIDEO

Ieri a Milano la Polizia di Stato ha indagato in stato di libertà per furto con destrezza due cittadini peruviani, di 42 e 46...
arese rotatoria varesina

Arese, giovedì 9 aprirà la rotatoria Varesina-viale Resegone

La nuova grande rotatoria della Varesina all’incrocio con il viale Monte Resegone di Arese aprirà al traffico giovedì prossimo 9 dicembre e contemporaneamente verrà...
prima pagina notiziario
il notiziario è in edicola!
provalo in digitale
SCEGLI L’ABBONAMENTO !