HomeSERIE TVLa ragazza di Oslo, recensione: l'adrenalinico salvataggio di tre giovani rapiti...

La ragazza di Oslo, recensione: l’adrenalinico salvataggio di tre giovani rapiti dall’Isis

di Stefano Di Maria

Attingendo a piene mani da 24 e HOMELAND (che ricorda fin dalla sigla di apertura), LA RAGAZZA DI OSLO non ha le stesse pretese qualitative ma tiene incollati allo schermo in un binge watching agevolato anche dalla brevità degli episodi di una mezz’ora circa.

E’ la nuova serie targata Netflix e Hot (casa di produzione israeliana), uscita questa settimana sulla piattaforma streaming col rischio di perdersi in un catalogo ormai sterminato. Sarebbe un peccato, perché questo prodotto norvegese avrebbe tutte le carte in regola per finire nella top ten. E’ la storia di una ragazza di Oslo, Pia, che durante un’escursione nel deserto del Sinai viene rapita dall’Isis insieme con due amici israeliani. Ha così inizio una lotta contro il tempo per salvarli, che vede in prima linea non solo un ministro d’Israele (che finirà con l’avere un ruolo chiave) ma anche i genitori di Pia, disposti a tutto per riportare a casa la figlia sana e salva. La tensione sale sempre più e il ritmo si fa avvincente, cadenzato da colpi di scena, momenti adrenalinici e drammatici. Fino al commovente epilogo che apre le porte a una seconda stagione.

LA RAGAZZA DI OSLO (si sarebbe potuto fare di meglio nella scelta del titolo italiano) ha per protagoniste le donne. La madre di Pia, interpretata splendidamente da Anneke von der Lippe, è affranta, spaventata dalla possibile morte della figlia, ma non rinuncerà mai a combattere per lei. C’è poi la madre di uno dei rapitori, interpretata da Raida Adon, altrettanto determinata nell’usare le sue conoscenze per far liberare gli ostaggi. Entrambe, con forza e coraggio estremo, sono pronte a sfidare anche i terroristi armati. A compensare i difetti di scrittura (a un certo punto si rischia di confondersi su chi stia facendo cosa) è la fotografia, che cristallizza non solo Oslo ma – come fosse un documentario – i paesaggi desertici dell’Egitto, le città e le periferie israeliane e della striscia di Gaza.

Di serie che hanno trattato meglio il tema del terrorismo islamico ce ne sono, ma forse LA RAGAZZA DI OSLO non aveva la pretesa di eguagliarle: se a modo loro gli autori Kyrre Holm Johannessen e Ronit Weiss-Berkowitz volevano solo raccontare una storia avvincente, a nostro giudizio lo hanno fatto bene, complici le location e un buon cast.

Trovate qui tutte le nostre recensioni: https://www.ilnotiziario.net/wp/serie-tv/


EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

Covid, i Presidenti di Regione a Roma. Fontana: “Superare il sistema dei colori e...

Proprio nei giorni di elezione del Presidente della Repubblica, i Governatori di Regione, tra cui anche il Presidente di Regione Lombardia Attilio Fontana, si...
Bollate addio Vito Brotto

Bollate, addio a Vito Brotto, un “grande” che gestì per anni “Il mago di...

Addio a Vito Brotto, un “grande” che gestì per anni “Il mago di Oz” a Novate Milanese. Si è spento improvvisamente a 72 anni un...

Bollate, arrivano i nuovi cestini “green” nei parchi

Sono in tutto 60 i nuovi cestini installati in alcuni dei parchi di Bollate, tutti realizzati in plastica riciclata. Il progetto, voluto dall’Assessorato all’Ambiente, è...

Pensioni, pagamento anticipato, agli ultimi dell’alfabeto servirà Green pass

Pagamento anticipato delle pensioni anche per il mese di febbraio, ma gli ultimi in ordine alfabetico dovranno presentare il Green Pass all’ufficio postale. Come...
Saronno Spaccata

Saronno, ingresso del Municipio sfondato da uno scooter: “Vendetta di un 31enne”

Incappucciato e a tutta birra con lo scooter contro l'ingresso del Muncipio di Saronno. E' stato individuato chi nella notte tra venerdì e sabato...
Polizia locale Limbiate

Senago, auto del Consiglio d’Europa rubata a Saronno e ritrovata dalla Polizia Locale

Un'auto del Consiglio d’Europa, rubata a Saronno, è stata ritrovata dalla Polizia Locale a Senago. La Polizia Locale ha ritrovato nella mattinata di lunedì un’auto...
Bollate Ciro parrucchiere

Bollate, Stefania Orlando fa spogliare Ciro il parrucchiere: è ospite di Guess my age

Ieri sera tantissimi bollatesi guardando la trasmissione di TV8 “Guess My Age” hanno individuato tra i concorrenti uno storico parrucchiere di Bollate, conosciuto da...
prima pagina notiziario
il notiziario è in edicola!
provalo in digitale
SCEGLI L’ABBONAMENTO !