HomePrima PaginaMorti poveri e soli, il funerale lo pagano i Comuni

Morti poveri e soli, il funerale lo pagano i Comuni

Il “Giardino delle Rimembranze”, dove si spargono le ceneri a Uboldo

In tutti i comuni del Saronnese sono in aumento le spese per i funerali di persone indigenti, morte sole o con familiari non in grado di pagare le esequie. E’ anche questo un risvolto delle nuove povertà: se ne parla poco, ma le determine comunali per lo stanziamento dei fondi sono in continuo aumento.

Gli ultimi casi sono avvenuti a Caronno e Uboldo, dove i Servizi sociali hanno dovuto farsi carico del funerale di persone già in carico al settore: preso atto delle condizioni economiche precarie del defunto e dei familiari, è stata trovata d’urgenza un’agenzia di onoranze funebri pagando i costi di tumulazione. Proprio per essere preparati ad affrontare casi di questo genere, a Cislago è stata approvata una convenzione con un’agenzia di pompe funebri. La media dei costi è di 500 euro.

A Origgio si sta pensando di ampliare il campo comune, quello dove vengono tumulate le salme di coloro che non possono permettersi loculi o tombe. Intanto si sta diffondendo sempre più la cremazione, che costa molto meno del funerale. A Uboldo chi preferisce questa pratica al loculo tradizionale può usufruire di rimborsi del 30% sul costo sostenuto. Lo attesta il Regolamento di Polizia mortuaria: “In caso di cremazione il relativo onere, quantificato dal gestore dell’impianto, verrà ripartito in misura del 70% a carico degli eredi del defunto e del 30% a carico del Comune/gestore”. Per adesso non si può dire che ci sia stata una corsa alle cremazioni, ma qualche richiesta di rimborso è pervenuta (nell’ordine dei 150 euro), il che è un buon inizio. A versare le quote del 30%, fallito il gestore del cimitero, è il Comune, che ha messo a diposizione il “Giardino delle Rimembranze” per spargere le ceneri di chi preferisce farsi cremare. Anche a Origgio sono state previste agevolazioni per le cremazioni (bonus da 500 euro), ma solo per alcuni mesi del 2020, in piena pandemia. Addirittura è stato proposto un forno crematorio, così da non doversi più rivolgere ai centri specializzati.

 


EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

GIanetti carpenedolo

Gianetti Ceriano, licenziamenti confermati anche in appello

Caso Gianetti Ruote, il Tribunale di Monza in appello ha riconosciuto l'attività antisindacale dell'azienda ma non ha revocato la procedura di licenziamento. Sentenza che...

Garbagnate, investita dal Malpensa Express: morta una donna. Treni in ritardo tra Milano e...

Ritardi di un'ora per i treni in partenza da Milano Cadorna a causa dell'investimento di una donna all'altezza di Garbagnate Milanese. Sarebbe una donna...
Fontana Lombardia

Covid, la Lombardia resta zona gialla. Fontana: “Dobbiamo rimettere in moto l’economia e la...

Anche per la prossima settimana la Lombardia resterà in zona gialla. La decisione, presa nel consueto monitoraggio settimanale della cabina di regia di Iss...
sciopero treni

Trenord, sciopero dei treni il 30 gennaio: nessuna fascia di garanzia

Nuovo sciopero del personale di Trenord. Questa volta l'agitazione è in programma per domenica 30 gennaio. In Lombardia i treni regionali, suburbani e il...

Incidente a Cislago: investita sulle strisce, atterra l’elisoccorso

  Non si troverebbe in gravi condizioni la donna che questa mattina, dopo le 9.30, è stata travolta da un’auto sulla Varesina a Cislago....
prima pagina notiziario

Caos tamponi, famiglie disperate; Cusano, scomparso da un mese, indagini per omicidio | ANTEPRIMA

L’apertura del Notiziario del 28 gennaio è dedicata al caos tamponi che sta mettendo in difficoltà moltissime famiglie della nostra zona. Da Bollate a...
auto medica areu

Paullo, incidente sul lavoro, operaio folgorato da alta tensione in cima ad un ponteggio

Un nuovo gravissimo incidente sul lavoro in questo gennaio nero in Lombardia: a Paullo un operaio di 30 anni è rimasto folgorato dopo avere...
prima pagina notiziario
il notiziario è in edicola!
provalo in digitale
SCEGLI L’ABBONAMENTO !