Home Blog Pagina 3

Covid, nuove regole sui treni in Lombardia e mascherina obbligatoria fino a settembre

Su treni e metropolitane, ma anche autobus, filobus, tram è consentito occupare tutti i posti a sedere. E’ la principale novità contenuta nella nuova ordinanza di Regione Lombardia per il trasporto pubblico regionale e locale di linea e non di linea

Fino al 10 settembre si potranno occupare tutti i posti a sedere. Invece quelli in piedi possono essere occupati, a seconda dei casi, per il 25% o il 50% della capienza totale per la quale il mezzo è omologato. Una novità importante dato che dall’inizio della Fase 2 su treni e metropolitane si possono occupare i posti a sedere “a scacchiera”, riducendo così del 50% l’offerta. 

Nei luoghi al chiuso accessibili al pubblico, inclusi i mezzi di trasporto, è confermato l’obbligo di indossare una mascherina o qualsiasi altro indumento a protezione di naso e bocca. Invece nei luoghi all’aperto la mascherina va sempre portata con sé e deve essere obbligatoriamente indossata qualora non sia possibile mantenere costantemente la distanza di sicurezza di almeno un metro da altre persone che non fanno parte dello stesso gruppo familiare.

Limbiate, incidente con assicurazione falsa comprata online, donna nei guai

controlli autocertificazioneIn seguito ad un incidente stradale, la Polizia locale di Limbiate ha scoperto un certificato di assicurazione falso emesso da un sito di vendita online che è stato chiuso.

La vicenda riguarda una donna italiana residente a Cesano Maderno, coinvolta in un incidente stradale. Alla verifica dei documenti, la donna risultava in possesso di un certificato assicurativo con la compagnia Groupama che però era totalmente contraffatto. La polizza era stata acquistata su un sito Internet, risultato già segnalato quale irregolare dall’Ivas istituto di vigilanza sulle assicurazioni e per questo successivamente oscurato.

Il gruppo Groupama ha provveduto ad denunciare con querela formale l’emissione di assicurazioni falsificate, riportante il loro logo e intestazione.

Sono stati svolti accertamenti sul sito Internet per cui, oltre alla chiusura del sito, si è proceduto ad effettuare il deferimento all’Autorità Giudiziaria per il reato di truffa con l’aggravante dell’associazione a delinquere.
Per la donna titolare dell’assicurazione falsa sono scattate le sanzioni previste dal Codice della strada per la mancata copertura assicurativa.

Incidente all’alba, morto un 27enne di Bernareggio, gravissimo un 26enne di Bollate

Un 27enne di Bernareggio è morto questa mattina in seguito allo schianto frontale della Opel di cui era alla guida, con un grosso camion ad Usmate Velate. Sul sedile accanto c’era un 26enne di Bollate, che è stato ricoverato in codice rosso all’ospedale San Gerardo di Monza e versa in gravissime condizioni.

L’incidente si è verificato intorno alle 4,30 di questa mattina sulla provinciale 41 che dalla Brianza monzese conduce verso Lecco.

Fabio Carzaniga, 27enne brianzolo che era alla guida dell’auto è morto sul colpo.

I carabinieri di Monza hanno effettuato i rilievi per cercare di ricostuire la dinamica dell’incidente.

Tra le ipotesi al vaglio anche quella del colpo di sonno. L’autista del mezzo pesante, 46enne, uscito illeso dall’incidente, avrebbe raccontato di esseri visto arrivare l’automobile addosso all’improvviso.

Caronno, donna travolta da monopattino in centro

Città foto creata da freepik – it.freepik.com

I monopattini, che tante polemiche stanno suscitando nelle grosse città, hanno provocato il primo incidente a Caronno Pertusella in corso della Vittoria, dove una donna è stata investita. Secondo una prima ricostruzione della polizia locale, stava attraversando la strada quando un ragazzo l’ha travolta mentre andava sul monopattino.

Sono rovinati entrambi a terra, lui incolume e la malcapitata con qualche contusione: soccorsa da un’ambulanza, dopo essere stata medicata sul posto è stata trasportata all’ospedale di Garbagnate Milanese, che l’ha dimessa con sette giorni di prognosi.

La normativa non è ancora chiara sulle multe e i provvedimenti da assumere – riferisce la polizia locale, intervenuta sul posto per eseguire i rilievi – Abbiamo preso il nominativo del ragazzo e procederemo con un approfondimento”.

In questo periodo si sta sollecitando una regolamentazione sull’uso del monopattino, che dopo tutti gli incidenti successi a livello nazionale si potrebbe equiparare quasi a un veicolo.

Meteo, weekend con caldo africano in Lombardia. Poi temporali e grandine

E’ in arrivo l’apice dell’anticiclone subtropicale africano con caldo che diverrà via via più intenso e afoso. Tra venerdì e sabato le temperature massime toccheranno picchi di 35°C in Valpadana e le minime difficilmente scenderanno sotto i 22-23°C nelle città. Ma a partire da domenica si assisterà allo smorzamento del caldo per l’arrivo di correnti atlantiche che potranno dar luogo a temporali anche intensi con bombe d’acqua e grandine. Lo anticipano gli esperti di 3bmeteo.com.

VENERDI. Il campo anticiclonico si rinforza ulteriormente determinando una giornata soleggiata e molto calda ovunque. Scarsa la probabilità di fenomeni, al più limitati ai rilievi alpini. Temperature in ulteriore rialzo con clima molto caldo e afoso e punte di oltre 35°C in pianura.

SABATO. L’ondata di caldo raggiunge il suo apice grazie all’anticiclone subtropicale in pieno possesso del Nord Italia. Punte massime fino a 36-37°C in pianura e afa alle stelle. Ancora ben soleggiato ovunque e scarsa probabilità di temporali anche sui rilievi fino alla sera. Venti deboli.

DOMENICA. Correnti più umide e fresche di estrazione atlantica raggiungono il Nord Italia determinando un peggioramento del tempo con aumento dell’instabilità già nel corso della notte sui rilievi alpini e prealpini e durante il giorno anche in pianura, con rischio di temporali anche forti. Temperature in calo e meno caldo.

 

Milano-Meda, ancora code: lavori di taglio del verde a Cesano Maderno

lavori strada Code e rallentamenti in Milano-Meda a partire da Cesano Maderno. Questa volta per lavori di potatura del verde a bordo strada. Dalle 8 di stamattina sono al lavoro gli operai che occupano parte delle corsie in cui è stato istituito un restringimento di carreggiata. Inevitabilmente si formano code e rallentamenti in presenza dei mezzi da lavoro in direzione di Milano.

Questo disagi si aggiungono a quelli di inizio settimana con la Milano-Meda al collasso per la chiusura degli accessi alla Rho-Monza. Le auto si sono incolonnate in direzione di Milano oppure si sono riversate nei centri abitati per raggiungere la Statale dei Giovi.

Spari al super, bambina ferita; disastro di acqua e ghiaccio, i danni nella zona | ANTEPRIMA

prima pagina notiziarioIl notiziario del 31 luglio si apre con una doppia notizia di copertina: da una parte i danni provocati dal violento nubifragio di venerdì scorso, con una grandinata impressionante e l’intervento di ruspe e spazzaneve per liberare le strade a Bollate, Baranzate, Paderno, Saronno e Turate.
L’altra metà della copertina è dedicata alla terribile vicenda di Cormano dove un rapinatore ha sparato ferendo un vigilante e una bimba di soli 5 anni di Bollate, prima di fuggire ed essere successivamente arrestato a Novate Milanese.

Da Caronno Pertusella il “miracolo” della Madonna del latte a cui si rivolgono le donne che non riescono ad avere figli: il racconto di una donna che ha fatto un voto ed è rimasta incinta.

Ospedale di Saronno, il comitato accusa: ci sono molte domande senza risposta.

Ad Origgio per l’elezione del nuovo sindaco si profila una corsa a quattro.

Caos sulla Rho-Monza chiusa quasi senza preavviso.

Assalto al bancomat con lo strappo in pieno centro a Lazzate.

Una nuova Rsa con 200 posti di lavoro a Paderno Dugnano?

Gran commozione a Baranzate per l’ultimo addio alla giovane Giulia.

Cantiere in centro, bus e autotreni in trappola a Cogliate.

A Senago una petizione per poter vedere le perizie sugli edifici scolastici

Donna intrappolata nel sottopasso allagato a Turate.

Chiude la scuola media del centro salesiano di Arese.

Queste e moltissime altre notizie inedite sono nelle 64 pagine del nuovo numero che potete trovare in formato cartaceo in circa 200 punti vendita a nord di Milano, oppure in digitale, direttamente da www.edicola.ilnotiziario.net, dove è possibile anche scegliere tra diverse vantaggiose formule di abbonamento.

PUOI ANCHE ASCOLTARE L’ANTEPRIMA QUI

NON PERDERE NEANCHE UNA NOTIZIA DAL NOSTRO SITO, iscriviti al canale Telegram de “il notiziario” CLICCA QUI

Paderno, troppi vandalismi al centro sportivo: multe e chiusura cancelli

Scatta il coprifuoco al centro sportivo Toti e assieme orari di apertura dei cancelli e multe ai vandali. Dopo le decine di atti di vandalismo, la giunta comunale ha deciso di chiudere i cancelli dalle 23.30. Al contempo scattano controlli serrati da parte della polizia locale: chi verrà trovato all’interno del centro sportivo nell’orario di chiusura sarà sanzionato. Anche il valore della sanzione prevista in questo caso raddoppia: da 50 euro passa a 100.

La decisione è stata presa dalla giunta Casati. “Abbiamo deciso di riattivare la chiusura notturna del Toti anche a seguito di continui atti di vandalismo e danneggiamenti all’arredo e alle strutture che si sono ripetutamente verificati in orari serali in tutta l’area del parco”, spiega il sindaco Ezio Casati. “Una situazione che non intendiamo tollerare: è una questione di sicurezza e di decoro che dobbiamo tutelare nell’interesse della nostra collettività”.

Panchine e giochi rotti, campo da bocce vandalizzato, porte di bagni e spogliatoi scardinate e distrutte. Sono solo gli ultimi atti di vandalismo compiuti al Toti. Entro le 7 della mattina i cancelli verranno riaperti e il parco sarà fruibile a chi vorrà iniziare la giornata facendo sport. Tutto questo inizierà da venerdì 31 luglio.

A Cislago stop alla musica a mezzanotte, il sindaco: “La gente ha diritto di dormire”

Stop alla musica all’aperto a mezzanotte: bisogna tutelare la tranquillità delle persone che vogliono dormire. Davvero unico il provvedimento assunto dal sindaco di Cislago Gianluigi Cartabia, che potrebbe essere un precedente per tanti altri comuni.

Ricevute molte segnalazioni di protesta da parte di residenti esasperati dalla musica dei locali, ha deciso di usare la mano pesante emanando un’ordinanza che consente le manifestazioni musicali nelle piazzette e per strada solo fino alle 24; dopo quest’ora si dovrà smantellare tutto o proseguire, se possibile, all’interno. “Non ho potuto fare diversamente – spiega il sindaco – E’ da quando è finito il lockdown che raccolgo le lamentele della gente esasperata, che non ne può più di dover sopportare questa situazione. Ritengo opportuno restituire la serenità a chi di notte vorrebbe giustamente riposare”.

A proposito degli eventi all’aperto, si legge infatti nell’ordinanza: “Tali iniziative, se non adeguatamente disciplinate, in quanto esercitate all’aperto con emissioni sonore possono incidere negativamente sul diritto al riposo delle persone e costituire fattore scatenante di turbative in materia di ordine e sicurezza pubblica. Risulta pertanto necessario disciplinarne gli orari per ragioni di interesse generale, affinché le stesse non pregiudichino il riposo notturno dei residenti e la vivibilità delle zone interessate”.

Un provvedimento destinato certamente a far discutere.

Brugherio, carabinieri si arrampicano e salvano anziana dall’incendio

carabinieri brugherio incendio I carabinieri della stazione di Brugherio (MB) insieme ai militari della sezione radiomobile, sono intervenuti questa notte in una palazzina di via Italia dove è scoppiato un incendio e hanno messo in salvo un’anziana donna.

L’incendio è divampato poco dopo la mezzanotte  in un appartamento posto al 1° piano di una palazzina.

I carabinieri, primi ad arrivare sul posto, riuscivano – facendo una “scala umana” – a raggiungere l’unica inquilina 88enne qui  residente,  rifugiatasi sul balcone a causa del fumo e dello spavento. 

I militari riuscivano  con l’estintore in dotazione a spegnere  le fiamme più prossime al ballatoio. L’incendio, verosimilmente causato da cortocircuito impianto climatizzazione, è stato domato definitivamente dai vigili del fuoco di Monza intervenuti poco dopo.

L’abitazione, allo stato, risulta non agibile mentre restante appartamento posto al 2° piano e stabili attigui agibili.

La signora,  trasportata presso ospedale “san Gerardo” Monza in codice giallo, riportava lieve intossicazione senza prognosi mentre inquilino del secondo piano, riportava alcune bruciature alle braccia.

I militari, illesi, venivano trasportati precauzionalmente presso predetto nosocomio per accertamenti stato intossicazione, venendo dimessi senza giorni di prognosi.

Ultime notizie

prima pagina notiziario
il notiziario è in edicola!
provalo in digitale
SCEGLI L’ABBONAMENTO !