Botti di Capodanno: 23enne di Cesate perde una mano, faccia ustionata

L’esplosione di un botto di Capodanno e una ferita gravissima alla mano. Ha perso così l’arto sinistro un ragazzo di Cesate di appena 23 anni riportando anche gravi ustioni al volto. E’ stato trasportato d’urgenza al pronto soccorso del Niguarda.

L’incidente è avvenuto pochi minuti dopo lo scoccare della mezzanotte in via Italia a Cesate.

Il giovane si trovava in strada con alcuni amici pronti a far esplodere petardi e botti per festeggiare l’arrivo del nuovo anno. Qualcosa però non è andato come nei piani. Una volta accesa la miccia si è innescata l’esplosione del petardo che non ha lasciato scampo al ragazzo. Il botto gli è esploso tra le mani

Gli amici hanno immediatamente allertato i soccorsi, sul posto è intervenuta un’ambulanza del 118 di Paderno Dugnano e un’automedica con loro anche i Carabinieri della Compagnia di Rho. I sanitari e i medici sono intervenuti nel giro di pochi minuti in codice rosso. Da una prima ricostruzione, il 23enne ha riportato l’amputazione della mano sinistra, la perdita di un dito della mano destra e una grave ustione al volto. Il giovane è stato poi trasportato d’urgenza al pronto soccorso dell’ospedale Niguarda, dove è stato sottoposto a intervenuto chirurgico.

AGGIORNAMENTO – 1 GENNAIO, ore 12.03. Operato il 23enne di Cesate: mano amputata, lesioni ai genitali e al volto

 

 

Il notiziario è un settimanale locale indipendente, che non riceve alcun contributo pubblico. Si può acquistare in formato cartaceo in circa 200 punti vendita a nord di Milano, oppure in formato digitale per Pc, tablet e smartphone, dal nostro store.