Capodanno: perde mano a Cesate, 16enni ubriachi a Limbiate e Saronno

Capodanno tra feriti e pronto soccorso, il caso più grave è successo a Cesate dove un 23enne ha perso una mano a causa di un botto esploso. Dalla mezzanotte del nuovo anno sono veramente tanti gli interventi del 118 e troppo spesso a farne le spese sono ragazzi giovani, anche minorenni.

L’intervento più grave è avvenuto a Cesate, dove in via Italia a un 23enne è esploso tra le mani un mortaretto. Il bilancio dell’intervenuto è veramente pesante. Il ragazzo ha perso la mano sinistra, un dito di quella destra, oltre ad aver riportato ustioni al viso. E’ stato soccorso da un’ambulanza del 118 di Paderno Dugnano che lo ha portato al Niguarda, dove è stato sottoposto a un intervento chirurgico. 

AGGIORNAMENTO, ORE 12.03. Operato il 23enne di Cesate: mano amputata, lesioni ai genitali e al volto

Un’ora più tardi sempre a Cesate via Trento una ragazza di 17 anni è stata soccorsa dal 118 e Carabinieri per un malore. La situazione si è stabilizzata e non è stato necessario trasportarla al pronto soccorso.

Invece sono due i minorenni soccorsi a Saronno per intossicazione etilica. Una ragazza di 16 anni e un suo coetaneo devono avere alzato troppo il gomito per i festeggiamenti e già all’1.30 hanno rischiato grosso. La coppia di giovani è stata soccorsa in via Da Vinci da due ambulanze dei distretti di Saronno e Misinto. I due hanno finito la notte più lunga dell’anno al pronto soccorso di Saronno.

Intervento analogo a Bollate, dove attorno alle 3 un 48enne è stato soccorso in via Da Vinci. L’uomo è stato trasportato al pronto soccorso di Garbagnate Milanese per intossicazione etilica.

Poi di nuovo a Saronno, attorno alle 3.30 è avvenuta un’aggressione in via Madonna. Ad avere la peggio un 29enne portato in codice verde al pronto soccorso cittadino. Oltre ai sanitari, sono intervenuti anche i Carabinieri.

In contemporanea, un altro minorenne ha richiesto aiuto. Siamo a Limbiate in via Mazzini, qui un 16enne è stato soccorso dal 118 per aver bevuto troppo. Il ragazzino è stato trasportato in gravi condizioni al pronto soccorso di Garbagnate.

I postumi della festa si sono trascinati fino alla prima mattinata. Poco dopo le 8, un 28enne ha richiesto l’intervento del 118 per intossicazione etilica in Milano-Meda. L’intervento è avvenuto nel tratto tra Bovisio Masciago e Varedo, lui è stato trasportato all’ospedale di Desio.