Buoni propositi per il 2019? Quattro italiani su 10 vogliono riappropriarsi del proprio tempo

Con l’Epifania le festività sono ufficialmente terminate. Cosa resterà agli italiani? I buoni propositi per il 2019.
Primo tra tutti gratificare sé stessi.

Studi scientifici, esperti e personaggi dello star-system hanno abbracciato questa nuova filosofia.
Fermarsi e concedersi un momento per coltivare il proprio benessere è cool, fa bene alla creatività, non dà sensi di colpa e può regalare anche la chiave del successo.

Si fa largo il “Reward and Indulge” un nuovo stile di vita che ha conquistato grandi pensatori, personaggi dello star-system mondiale e delle serie tv.
E gli italiani? In vista del nuovo anno, il 43% ritiene che dedicare un momento per sé sia fondamentale per sentirsi più felici ma il 52% non riesce a trovarlo per via degli impegni quotidiani e degli imprevisti.
È quanto emerge da uno studio dell’Osservatorio Grimbergen, una delle più antiche Birre d’Abbazia belghe,  su circa 1.500 italiani – uomini e donne tra i 20 e i 55 anni – e su oltre 100 fonti fra testate, magazine, portali, blog e community lifestyle internazionali.
Il 43% degli italiani sperano di trovare più tempo da dedicare a se stessi per sentirsi più felici e sentirsi gratificati.
Nonostante questa grande consapevolezza, oltre un italiano su 2 (52%) non è in grado di ricavare un momento per sé durante la giornata.

I motivi? “Gli impegni non lo permettono” (29%), “capita sempre un imprevisto” (23%).
Appena il 15% ammette di trovarlo perché “e lo sono imposto per vivere meglio”, mentre il 20% sa trovarlo anche se non riesce a staccare del tutto.
Tra le categorie che più sentono questo bisogno al primo posto troviamo manager e imprenditori (44%), principalmente perché lo ritengono utile per alleggerire il carico di responsabilità che devono sostenere ogni giorno.
Poi troviamo i liberi professionisti (19%), i soggetti che più di ogni altri sono chiamati a gestire il loro tempo anche sotto le pressioni degli stimoli che vengono dall’esterno.
Appena dopo troviamo le casalinghe (17%), coloro che per definizione si trovano a badare a 360 gradi alla casa e alla famiglia.

I più staccati sono  gli studenti (11%), che malgrado l’ansia dei libri scolastici o universitari affrontano la vita in maniera più serena e tranquilla.
Quali sono in definitiva le sensazioni che si provano quando si riesce a trovare il giusto tempo per sé stessi?
Ben sei italiani su 10 (59%) affermano di sentirsi gratificati.
Il 46%, invece, ammette di riuscire ad apprezzare meglio tutto e tutti.

Il 37% si sente più soddisfatto della propria vita mentre il 31% è contento di poter coltivare i suoi interessi.
Infine il 27% ammette di sentirsi più sollevato rispetto alla caoticità quotidiana mentre il 19% si scopre piacevolmente in pace con sé stesso.