HomeBOLLATESETragedia sul campo da basket, morto Alessio Allegri, stella della Osl...

Tragedia sul campo da basket, morto Alessio Allegri, stella della Osl Garbagnate

Alessio AllegriAggiornamento (18 dicembre). Garbagnate: i funerali di Alessio Allegri, morto su un campo da basket a Rho

Un malore in campo durante la partita di basket, da cui non si è più ripreso: è morto questo pomeriggio Alessio Allegri, 37 anni, stella della pallacanestro locale.

La tragedia si è materializzata ieri pomeriggio, domenica, mentre nel palazzetto sportivo di Rho era in corso la sfida di Serie C Silver tra Osl Garbagnate e La Torre di Torre Boldone (BG).

Alessio Allegri era in campo, ha fatto appena in tempo a rendersi conto di una difficoltà, ha cercato di richiamare l’attenzione alzando un braccio poi si è accasciato sul campo di gara. 

Il match valido per la 12esima giornata del campionato di serie C Silver è stato sospeso sul punteggio di 27 pari, mentre si avviava la macchina dei soccorsi.

Subito soccorso dai medici in campo che hanno iniziato le manovre di rianimazione, Alessio Allegri è stato quindi trasferito d’urgenza all’ospedale Sacco di Milano.

 Lunedì pomeriggio purtroppo è giunta la notizia del suo decesso.

Alessio Allegri, classe 1982, era uno dei giocatori più noti nelle minors lombarde.

Per almeno due motivi.

Il primo? Il suo sconfinato amore nei confronti dell’OSL che non ha mai abbandonato nonostante tutti lo avrebbero voluto nella loro squadra, anche in categorie superiori. Perché era davvero forte. Non ha mai ceduto alle “sirene” (e ai soldi) dei tanti che lo hanno cercato.

Poi ad un certo punto non lo hanno cercato nemmeno più. Inutile, l’OSL non la avrebbe mai tradita. E poi era conosciutissimo (e temutissimo dalle difese di mezza regionae) perchè ha segnato e tanto in tutte le categorie in cui ha militato, dalla D alla C Gold. E c’è da essere sicuri che se avesse giocato anche in B non avrebbe mai abbassato la sua media realizzativa (quest’anno di 17 punti).

Immarcabile, fortissimo in penetrazione, buon tiro da 3. Faceva sempre canestro. Solista fantastico, ma altrettanto fantastico uomo squadra, uomo società. La classica “bandiera”. Insegnava basket ai più piccoli.

E soprattutto spirito d’appartenenza in una società in cui lo spirito d’appartenenza conta tanto. Sportivo esemplare poi, mai un gesto fuori posto.

Deteneva un record.  Lo disse qualche anno fa in una intervista che concesse a Il Notiziario. “Sono l’unico giocatore di basket con un soprannome di un calciatore”. Lo chiamavano tutti Koeman. E sarà difficile dimenticarlo…

Appena pochi giorni fa un altro lutto aveva colpito lo sport locale con la morte di Mauro Marazzi, stella del Baseball Senago (CLICCA QUI PER L’ARTICOLO) 

 


EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

Anche Gerenzano ha il suo Valentino: campione di minimoto premiato dal sindaco

Anche Gerenzano ha il suo Valentino Rossi: è la giovane promessa Valentino Sponga, 13 anni, pilota di moto che con passione e determinazione sta...
Garbagnate PD Macrì

Garbagnate, il Pd si porta avanti, presentato il candidato sindaco per il 2022

Il Partito democratico di Garbagnate ha presentato oggi il candidato sindaco per le elezioni comunali che si svolgeranno nella primavera del 2022. L’assemblea degli iscritti...

Petizione popolare a Caronno: “Vogliamo un parco e un’area cani”

Al via la raccolta firme per trasformare in parco giochi e area cani il boschetto tra via Nino Bixio e via Bainsizza a Caronno...

Bollate, volontari al lavoro nel weekend per togliere le scritte dai muri

Un fine settimana impegnativo quello dei volontari guidati da Alessandro Parisi, coordinatore della Velostazione di Bollate, che si sono dedicati alla pulizia dei muri...

Saronno, Caronno, Origgio, Uboldo, Gerenzano, Cislago: in 800 col reddito di cittadinanza ma senza...

Nella zona del Saronnese sono 798 i percettori del reddito di cittadinanza, dei quali lavora solo qualche decina. Tutta colpa di una legge troppo...
rovello porro

Quattro camion rubati a Seveso per bloccare le strade di Rovello e assaltare il...

Una banda di malviventi ha rubato quattro camion per la raccolta rifiuti di Gelsia Ambiente stanotte a Seveso per mettere a segno l’assalto al...
Solaro Monegato

Monegato, da Solaro, primo italiano a completare l’ultramaratona Sparta-Atene di 246 km

Piergiuseppe Monegato, di Solaro, è uno dei finishers della più importante ultramaratona del mondo, la Sparta-Atene, sulla distanza di 246 km. Precisamente, Monegato, è...
prima pagina notiziario
il notiziario è in edicola!
provalo in digitale
SCEGLI L’ABBONAMENTO !