HomeNORD MILANOSolaro, fratelli nel tugurio da Barbara d'Urso. Il Comune: "Assistiti da anni"

Solaro, fratelli nel tugurio da Barbara d’Urso. Il Comune: “Assistiti da anni”

 

Aggiornamento (20 gennaio). Barbara d’Urso entra nell’appartamento-tugurio dei due fratelli

“Il Comune di Solaro assiste da anni la famiglia nelle necessità primarie e nelle questioni burocratiche”. Questa è la risposta del Municipio al servizio di Pomeriggio 5 di ieri. Barbara d’Urso si è occupata della vicenda di due fratelli, Franca e Martino, che vivono in un appartamento in cui le condizioni igienico-sanitarie sono davvero critiche (clicca qui per l’articolo).

“Si tratta di una situazione di particolare criticità alla quale è sempre stata riservata puntuale attenzione”, precisano dal Comune. “La casa è di proprietà della famiglia formata da tre persone e non comunale e quindi l’ingresso degli operatori deve essere autorizzato dai proprietari”.

In base a quanto ricostruisce il Comune in una nota stampa, il Municipio contribuisce alla retta per il mantenimento della sorella maggiore (che non è apparsa nel servizio di Pomeriggio 5) in una struttura di accoglienza sociosanitaria. “Il Comune contribuisce per ridurre il debito contratto dalla famiglia con l’amministratore condominiale, ma anche al pagamento delle utenze dell’abitazione”. Nel corso degli anni il Comune sostiene di aver aiutato i fratelli in varie situazioni: per la richiesta dell’invalidità civile e per quella reddito di cittadinanza. “Abbiamo fornito un pasto al giorno a entrambi i fratelli fino al momento in cui il primo ha trovato una piccola occupazione. In seguito, è stato fornito solo alla signora”.

“Sono due fratelli che vivono con un solo pasto al giorno (per una persona non per due) offerto dal comune, senza riscaldamento e senza acqua calda in un ambiente molto sporco”, hanno scritto alcuni vicini di casa al programma di Mediaset. “Appena si apre la porta o la finestra non si respira”. 

I residenti hanno incontrato ieri la giornalista di Pomeriggio5 per raccontare la storia di Franca e Martino e soprattutto per trovare una soluzione. “La situazione è tragica”, racconta un’altra vicina. Altri portano mangiare, cure e aiuti ogni giorno, ma non è sufficiente. L’inviata è riuscita a entrare nell’appartamento. Piatti sporchi, servizi igienici senz’acqua, infiltrazioni.  “Lo sporco è talmente tanto che ci sono delle croste nel lavandino e nella vasca”, racconta la giornalista di Pomeriggio5. “Questa è un’emergenza sanitaria“.

“Lodevole l’iniziativa di Pomeriggio 5, che si è offerto di contribuire alle spese di ristrutturazione dell’appartamento, rimane però inaccettabile la mancata richiesta di informazioni agli uffici preposti per meglio comprendere la situazione e dare unacompletezza di informazione al pubblico”, concludono dal Municipio.

CLICCA QUI PER IL SERVIZIO DI POMERIGGIO5 IN COLLEGAMENTO CON SOLARO.


EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

Bovisio, si ribalta con l’auto rubata: feriti due 15enni, denunciato un 29enne di Limbiate

Si è ribaltato al volante dell'auto rubata, dopo una serie di manovre pericolose sull'asfalto bagnato. Nei guai è finito un 29enne di Limbiate che,...

Da fuori regione per comprare droga a Saronno e dintorni: sanzioni dei carabinieri

Prosegue senza sosta l’attività dei carabinieri di contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti, particolarmente diffuso nelle aree rurali e boschive di diversi comuni nella...

Uboldo: centra il 5 al SuperEnalotto e vince 50mila euro

Dopo i 500mila euro vinti al "gratta e vinci" mesi fa, Uboldo si conferma uno dei comuni più fortunati della zona.  In queste ore è...

Saronno, prime vaccinazioni nell’hub dell’Ex scuola Pizzigoni I VIDEO

Ore 8. Il signor Carlo è il primo paziente a ricevere il vaccino anti Covid nel centro allestito nella palestra dell’ex scuola Pizzigoni di...
Bollate spaccio

Operazione Arhat, 37 arresti, sgominata anche la banda che gestiva lo spaccio a Bollate...

Gestivano anche le piazze di spaccio di droga di Bollate e Baranzate alcuni dei 37 arrestati questa mattina nella maxi operazione dei carabinieri condotta...

A Uboldo raccolti 300mila punti Fidaty per comprare cibo per le famiglie in difficoltà

“Il Covid ha fatto tanto male, è tutt’ora un gravissimo problema, ma ci ha reso tutti più consapevoli di quanto sia grande il cuore...

Paderno, attivo il centro vaccini in oratorio: 50 vaccinazioni in un’ora, 2 rinunciano ad...

Alle 8:10 è stata somministrata la prima dose al centro vaccini di Paderno Dugnano. Venti minuti prima sono partite le registrazioni nella palestra dell’oratorio...
prima pagina notiziario
il notiziario è in edicola!
provalo in digitale
SCEGLI L’ABBONAMENTO !