HomeNEI DINTORNIFurti in ditta e fuga da Carabinieri e Polizia, arrestati 6 nomadi...

Furti in ditta e fuga da Carabinieri e Polizia, arrestati 6 nomadi a Milano | VIDEO

furti ditta inseguimentoI carabinieri del comando provinciale di Monza e Brianza hanno arrestato a Milano, in due aree pubbliche occupate da camper, 6 persone, tutte originarie della Bosnia Erzegovina, accusate di furti in azienda messi a segno tra Seveso, Cesano Maderno e Nova Milanese.

L’operazione ha visto coinvolti ben 80 carabinieri, con il supporto anche del 2° Nucleo elicotteri dell’Arma.

I sei arrestati su mandato della Procura di Monza, sono ritenuti, a vario titolo, responsabili di concorso in furti aggravati in danno di aziende e resistenza a Pubblico Ufficiale.

Furti in ditta tra Seveso, Cesano Maderno e Nova Milanese 

L’attività investigativa è stata condotta dai militari della Compagnia di Vimercate a seguito di 4 furti commessi dalla banda il 1° luglio 2020 ai danni di aziende di Nova Milanese, Seveso e Cesano Maderno attive nel settore della meccanica di precisione ed arredamento.

I furti, tutti commessi con la tecnica della spaccata, sono stati compiuti utilizzando mezzi di trasporto in uso alla banda o muletti presenti all’interno delle ditte e utilizzati per abbattere le porte dei capannoni.

Fuga da Polizia e Carabinieri sulle tangenziali di Milano 

In quell’occasione, il tempestivo intervento di pattuglie in servizio di controllo del territorio dell’Arma dei Carabinieri e della Polizia Stradale di Arcore (MB) aveva messo in fuga gli appartenenti alla banda che sono stati inseguiti per oltre 20 km sulle Tangenziali Nord ed Est di Milano.

Durante la fuga, con manovre pericolose in mezzo al traffico, dal furgoncino utilizzato dai malviventi sono stati lanciati in strada oggetti allo scopo di bloccare le forze dell’ordine, come si può vedere nel video registrato dalla gazzella dei carabinieri.  

L’inseguimento è proseguito fino al campo rom di via Bonfadini a Milano, ove hanno fatto perdere le proprie tracce allontanandosi a piedi e abbandonando la refurtiva e il mezzo utilizzato per le azioni.

L’acquisizione dei filmati delle telecamere di sorveglianza poste all’interno delle ditte derubate ha consentito di identificare dapprima alcuni componenti della banda, già noti ai militari operanti per precedenti specifici e, successivamente, di riconoscerne altri e stabilire la comune matrice dei quattro furti del 1° luglio. Sulla base degli esiti dell’attività svolta l’autorità giudiziaria brianzola ha emesso i decreti di fermo di indiziato di delitto.

Per l’esecuzione dei fermi sono stati coinvolti oltre 80 militari che hanno operato congiuntamente su due obiettivi rispettivamente nel parcheggio antistante il centro sportivo “Saini” e nei pressi dell’ortomercato meneghino in diversi camper ove i fermati sono soliti vivere con i propri nuclei familiari spostandosi frequentemente e sostando in aree pubbliche principalmente nei pressi di parcheggio di grosse aree commerciali/industriali.

Uno degli arrestati doveva scontare più di 2 anni per altri furti

All’atto della notifica dei provvedimenti restrittivi uno dei soggetti destinatari del fermo è risultato destinatario anche di un ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica di Bergamo dovendo espiare una pena detentiva di 2 anni 2 mesi e 6 giorni per due furti avvenuti nel dicembre 2016 a Milano e nel luglio 2017 a Chignolo d’Isola (BG).

ECCO IL VIDEO DELL’OPERAZIONE 


EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

Tokyo 2020, le lombarde Cesarini-Rodini oro nel canottaggio

Brilla l’Italia del canottaggio che al fotofinish ha conquistato la medaglia d'oro nel doppio pesi leggeri donne. Alle Olimpiadi di Tokyo 2020 la coppia...

A Caronno raffica di furti di biciclette. E qualcuno riconosce la sua per strada…

Due settimane fa è stato presentato il progetto “Fli”, promosso da Fnm, FerrovieNord e Trenord insieme con Regione Lombardia, che prevede la realizzazione di...

Lombardia, bus incendiato a Varenna. Il riconoscimento del Consiglio regionale a Mascetti e Lo...

Un lungo e affettuoso applauso di tutto il Consiglio regionale ha accolto Mauro Mascetti e Giovanni Lo Dato, ospiti questa mattina a Palazzo Pirelli nell’Aula del parlamento...

Uboldo, un euro a pizza per far tornare a sorridere Jessica

In questi giorni sono tutti mobilitati per aiutare Jessica Di Ciommo, la 28enne di Uboldo che si trova in stato vegetativo da quando è...

Rho, carabinieri inseguono auto che tenta di investirli, poi sparano per fermarla

I carabinieri di Rho hanno inseguito un veicolo in fuga e sparato per bloccarlo dopo che il conducente aveva speronato l’auto dei militari e...
Novate merce sequestrata

Novate Milanese, merce sequestrata nel magazzino da incubo | FOTO

Merce sequestrata nel magazzino-incubo a Novate Milanese. La Polizia locale novatese, al termine di un’indagine che aveva preso origine a fine maggio, ha compiuto settimana...
Bollate incendio box

Bollate, incendio nei box delle case comunali: preoccupazione tra i residenti

Incendio nei box delle case comunali a Bollate. E la preoccupazione cresce dopo questo episodio, dal momento che come riferiscono i residenti “La situazione di...
prima pagina
il notiziario è in edicola!
provalo in digitale
SCEGLI L’ABBONAMENTO !