HomePrima PaginaSaronno, zaini a terra contro la Dad: "La scuola non è solo...

Saronno, zaini a terra contro la Dad: “La scuola non è solo didattica” le interviste I VIDEO

Per chi suona la campanella? Se lo chiedono genitori e studenti che a Saronno hanno manifestato, domenica 21 marzo, per chiedere di tornare tra i banchi di scuola. Armati di zaini, cartelli colorati e voglia di stare insieme in duecento circa si sono dati appuntamento nel pomeriggio in piazza Libertà in un presidio anti “didattica a distanza” organizzato in tutta Italia dalla rete nazionale Scuola in Presenza. «All’entrata della seconda settimana di Dad – dice la coordinatrice del comitato saronnese Francesca Marchetti – i nostri ragazzi non hanno la percezione di andare a scuola. Le insegnanti fanno un gran lavoro ma con il fatto di stare a casa i ragazzi è come se stessero sempre in intervallo». Le fa eco Sara Roccabruna l’altra mamma che insieme a Marchetti ha organizzato la mobilitazione : «La dad ha lacune dal punto di vista della didattica ma soprattutto fa perdere tutti gli aspetti sociali, culturali e relazionali della scuola. La scuola non è solo didattica ma i bambini hanno la possibilità di confrontarsi con i loro pari e con adulti diversi dai loro genitori e questo nella didattica a distanza non c’è».

Disegni di protesta dei bambini contro la Dad a Saronno

Tra laboratori e musiche, la piazza si è riempita di simboli dalle maschere bianche per denunciare l’alienazione provocata dal distanziamento, cappelli a cono d’asino contro il rischio di dispersione scolastica. Tanti i disegni di protesta: Sofia, 7 anni ha scritto i nomi dei compagni di classe che non vede ormai da settimane. Filippo, 12 anni studente di seconda media, critica i limiti della dad. «Il metodo in cui i professori spiegano in presenza è molto più efficace – dice – in dad guardiamo i video ma non è la stessa cosa. Noi alunni riusciamo meglio a capire le spiegazioni se vediamo il professore che scrive sulla lavagna».

Secondo i manifestanti poi la dad ha evidenziato ancora di più altri problemi come la parità di genere. Ne è convita Katia Nesci madre di due bambini delle elementari: «Si tende a derogare il lavoro di cura completamente sulle donne, parte della società e della famiglia delegata alla cura e quindi anche se non si dice l’idea è che tanto la mamma si prende cura di tutto». Il disagio è crescente anche tra i padri: «Abbiamo superato la capacità di sopportazione – dice Alessandro D’Andrea – se la scuola è sempre stata aperta durante la seconda ondata quando c’erano più casi in numero assoluto anche nella nostra zona non vedo perché le scuole fino alla prima media almeno non debbano rimanere aperte».

Claudio Agrelli


EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

Sacchi col microchip, a Caronno differenziata all’80%, ma aumentano i rifiuti abusivi

Il sacco col microchip, tanto contestato a Caronno Pertusella, ha migliorato il sistema di raccolta, precorrendo i tempi rispetto alle nuove direttive statali sullo...

Limbiate, bimbo precipita da un balcone: portato in ospedale

Momenti di apprensione questa mattina per le sorti di un bambino caduto dal balcone. È successo in pieno centro città. L'abitazione è infatti proprio di...

Lombardia zona bianca sabato 24 e domenica 25 luglio: ristoranti aperti al chiuso, niente...

Weekend di zona bianca per la Lombardia. Novità degli ultimi giorni è l’introduzione del Green Pass obbligatorio per una serie di attività dal prossimo...
Bollate comune anello brillante

Solaro, rubano al super e spintonano la responsabile: presi

Nella mattinata di oggi, venerdì 23 luglio, tre persone sono state bloccate dai carabinieri di Solaro nella zona del Parco delle Groane dopo che...

Addio furti e danni alle bici: a Caronno e Cislago arrivano le velostazioni

Diminuire il traffico del mattino e della sera sulle strade, abbassando così l’inquinamento acustico e atmosferico; liberare parcheggi e, soprattutto, stimolare uno stile di...

Luca Attanasio, a Reggio Calabria dedicato un ponte per l’ambasciatore limbiatese

Nella giornata di ieri, giovedì 22 luglio, è stato inaugurato a Reggio Calabria un ponte intitolato alla memoria di Luca Attanasio, l'ambasciatore originario di...
draghi green pass

Green Pass obbligatorio dal 6 agosto, ecco dove e come funziona

Varato il nuovo decreto legge con le “Misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19 e per l’esercizio in sicurezza di attività sociali ed...
prima pagina
il notiziario è in edicola!
provalo in digitale
SCEGLI L’ABBONAMENTO !