Spaccio parco Groane, la petizione. Cattaneo: “Con Salvini meno soli”

Parte la petizione anti spaccio di droga nel parco delle Groane e il sindaco Dante Cattaneo di Ceriano Laghetto ringrazia il ministro dell’Interno Matteo Salvini. Anche oggi, sabato 23 giugno, si è tenuta un’altra mattinata di lavoro per i volontari che hanno ripulito un’altra porzione di bosco nei pressi della linea ferroviaria Saronno-Seregno

Come di consueto si sono imbattuti nelle piazze degli spacciatori con rifiuti e addirittura fornelletti per un barbecue. 

“Questa mattina durante la consueta operazione mensile di pulizia del bosco, uno spacciatore a cui evidentemente avevamo rovinato la giornata di ‘lavoro’ gridava con tono di sfida ‘eccolo qui il sindaco‘”, racconta Dante Cattaneo. “Ebbene sì sono qui, anzi siamo qui e siamo in tanti a volerci riprendere il nostro territorio! E con Matteo Salvini, dopo 7 anni di assenza dello Stato, finalmente non ci sentiamo più soli”.

Intanto prosegue la raccolta firme anti-spaccio. “Così chiediamo più sicurezza, esercito e bonifica del Parco Groane” conclude Cattaneo. “È possibile ancora venire in Comune a firmare tutta settimana prossima! Spero che anche i Comuni limitrofi aderiscano: l’unione fa la forza”.

Un’ulteriore iniziativa che si aggiunge al trasferimento del consiglio comunale direttamente tra la stazione di Groane e il parco. 

LEGGI

Consiglio comunale alla stazione per dire No allo spaccio

Il notiziario è un settimanale locale indipendente, che non riceve alcun contributo pubblico. Si può acquistare in formato cartaceo in circa 200 punti vendita a nord di Milano, oppure in formato digitale per Pc, tablet e smartphone, dal nostro store.