Raccoglieva indumenti usati nei cassonetti per rivenderli, nei guai 40enne di Limbiate

indumenti usati LimbiateLa Polizia locale di Cantù ha denunciato un uomo di Limbiate per avere messo in piedi una vera e propria attività commerciale illegale, raccogliendo indumenti usati nei cassonetti per poi rivenderli.

Si era inventato un lavoro approfittando della generosità di ignari donatori. Anche per questo la Polizia locale di Cantù ha denominato l’operazione che ha portato alla scoperta dell’attività illecita “In mala fede”.

S.W., 40 anni, italiano originario del Senegal, residente a Limbiate è stato fermato e denunciato per il reato di traffico illecito di rifiuti non pericolosi e spedizione di rifiuti.

I vigili di Cantù, raccolte diverse segnalazioni, hanno deciso di “piantonare” uno dei 2 cassonetti abusivi presenti sul territorio della città, fino a quando ha sorpreso l’uomo intento a trasferirne il contenuto sul proprio furgone.

L’uomo ha riferito alla polizia locale di svolgere attività di recupero di vestiti usati e rifiuti di varia natura, prelevandoli abitualmente dai cassonetti posizionati nel parcheggio di due supermercati di Cantù.-

Ha inoltre riferito di questa attività per conto proprio, in quanto gli indumenti recuperati vengono regolarmente da lui depositati in un garage di sua proprietà a Limbiate da dove, effettuata una selezione, venivano poi spediti in Senegal per la rivendita.

La polizia locale ha sequestrato il furgone e i due cassonetti e ha denunciato all’Autorità giudiziaria l’uomo per traffico illecito di rifiuti non pericolosi (reato che che prevede la pena dell’arresto da tre mesi a un anno o l’ammenda da 2.600 a 26mila euro), e per spedizione di rifiuti (punita con la pena dell’ammenda da 1.550 a 26mila euro e con l’arresto fino a due anni).

Le indagini proseguono ora sul territorio del Comune di Limbiate con la collaborazione della Polizia locale limbiatese, alla ricerca di eventuali complici o di altre attività illecite connesse.

Il notiziario è un settimanale locale indipendente, che non riceve alcun contributo pubblico. Si può acquistare in formato cartaceo in circa 200 punti vendita a nord di Milano, oppure in formato digitale per Pc, tablet e smartphone, dal nostro store.