HomeCRONACA -Furti sulla metro e bimbi usati per evitare il carcere, 8 arrestati...

Furti sulla metro e bimbi usati per evitare il carcere, 8 arrestati | VIDEO

La Polizia di Stato, coordinata dalla Procura della Repubblica di Milano, ha arrestato 8 cittadini di origine bosniaca per il reato di associazione per delinquere finalizzata in particolare ai furti con destrezza all’interno delle metropolitane.

Grazie alla collaborazione internazionale delle Forze di polizia, una ricercata è stata arrestata all’aeroporto di Lisbona in partenza per Londra ed un’altra è stata arrestata nella città di Barcellona dove l’associazione aveva ville di proprietà.

L’indagine trae origine da una denuncia per estorsione presentata da una giovane di origini bosniache, nei confronti di altri connazionali che la costringevano a delinquere per loro.

Chiedevano infatti una somma di denaro in cambio dell’autorizzazione a vivere e rubare nella città di Milano, dopo essersi “formata” nel settore specializzato dei furti presso le metropolitane di Roma sotto la protezione del suo capo, O.M.

Dalle intercettazioni è emerso che il capo O.M. e i suoi familiari, tra cui il figlio O.S, minorenne all’epoca dei fatti, i nipoti O.A e O.R, le mogli e le compagne di costoro, avevano costituito una associazione finalizzata alla commissione di una serie indeterminata di furti, posti in essere nei centri urbani di Milano, Venezia e Genova.

I furti consumati con destrezza venivano posti in essere in danno di turisti, prevalentemente stranieri, ritenuti meno attenti e con maggiore disponibilità di denaro contante.

L’associazione, costituita dal capo, era fondata su un vincolo familiare corrente tra i consociati, tutti dimoranti agli stessi domicili, tra cui uno in via Famagosta a Milano, e in possesso di veicoli comuni per gli spostamenti necessari per la realizzazione dei reati.

Talvolta la sistemazione avveniva in alberghi o abitazioni gestite da persone compiacenti.

A dimostrazione di un sistema ben collaudato e fondato sulla buona conoscenza del sistema penale italiano (con riferimento alla tutela delle donne incinte e madri di prole in tenera età) è stato accertato il ricorso a baby sitter.

 

Queste, oltre ad occuparsi sin dalla nascita della gestione dei figli minori dei sodali, all’occorrenza avevano il compito di condurre immediatamente il neonato da un’altra donna rom, che a sua volta doveva portare il bambino nell’ufficio di polizia in cui si trovava la madre arrestata, così da ottenere un differimento di pena o la denuncia in stato di libertà in alternativa all’arresto in flagranza.

Il tutto sotto la regia degli uomini.


EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

autostrada incidente

Incidente in autostrada tra Novate e Cormano, 6 feriti e traffico in tilt

Sei persone sono rimaste ferite e il traffico è rimasto a lungo paralizzato per l’incidente verificatosi questo pomeriggio a Novate Milanese, sull’autostrada Milano-Torino, nel...

Cislago, auto in fiamme in Pedemontana: intervento dei vigili del fuoco

Nella giornata di oggi, sabato 8 maggio, intorno alle 16:30, un veicolo in transito sull'Autostrada Pedemontana Lombarda, all'altezza di Cislago, ha preso improvvisamente fuoco....

Tradate, precipita da quattro metri e batte la testa: operaio 52enne muore sul lavoro

Dopo l'incidente di pochi giorni fa a Busto Arsizio, dove ha perso la vita l'operaio 49enne Christian Martinelli, nella giornata di oggi sabato 8...
senago giro d'Italia

Giro d’Italia, oggi la partenza, ultima tappa da Senago, un video presenta gli...

Giro d’Italia al via. L’edizione numero 104 è partita oggi da Torino. 3500 chilometri di Corsa in Rosa che si concluderà con un’ultima tappa...

Divieto d’accesso a Caronno da Garbagnate: braccio di ferro sul senso unico di corso...

  Da una parte c’è l’amministrazione, determinata a rendere il corso della Vittoria più sicuro e vivibile; dall’altra c’è il centrodestra, che esprime solidarietà ai...
spacelink trenino luci

Trenino di luci in cielo visibile da Paderno Dugnano a Bollate; Ufo? No, satelliti...

Nella tarda serata di ieri, diverse segnalazioni dell’avvistamento di un trenino di luci in movimento nel cielo, tra Paderno Dugnano e Bollate. Sui social...

Lombardia zona gialla sabato 8 e domenica 9 maggio: supermercati aperti, centri commerciali chiusi

Secondo weekend consecutivo di zona gialla per la Lombardia. Attualmente i dati epidemiologici non destano elevate preoccupazioni, ma guai a sottovalutare il virus: è...
prima pagina notiziario
il notiziario è in edicola!
provalo in digitale
SCEGLI L’ABBONAMENTO !