Home BRIANZA Studente aggredito in stazione sulla linea Saronno-Ceriano, la denuncia e la richiesta...

Studente aggredito in stazione sulla linea Saronno-Ceriano, la denuncia e la richiesta di aiuto

Un giovane studente è stato aggredito sulla banchina d’attesa della stazione di Saronno in pieno pomeriggio, ignorato dai passanti e dal personale del treno su cui è salito, insieme al suo aggressore. E’ il racconto sconcertante che fa la stessa vittima, attraverso la pagina Facebook Spotted:Trenord, che garantisce la pubblicazione in forma anonima, tramite l’amministratore della pagina.

Secondo il racconto del giovane l’aggressione è avvenuta il 16 gennaio alle 14,30 sulla banchina del binario 7 quello da cui partono i treni della linea S9 Saronno-Seregno-Milano-Albairate, ormai tristemente nota come la “linea dei tossici delle Groane”. Saronno infatti è punto di interscambio per i molti che da tutta la Lombardia si dirigono poi a Ceriano per entrare nei boschi del Parco delle Groane in cerca di droga.

Proprio un tossicodipendente sarebbe il personaggio che avvicina il giovane studente e a prenderlo di mira con insulti e minacce. Chiede soldi, ufficialmente per comprarsi un panino. “Io gli propongo che forse ho della moneta e posso accompagnarlo al bar a comprare un panino” -scrive lo studente. Ma le minacce proseguono, il tizio vuole soldi, vuole 20 euro. Secondo il ragazzo minacciato ci sarebbero anche dei passanti che vedono ma ignorano volutamente la scena.

L’aggressore mette le mani addosso allo studente, gli strappa gli occhiali, butta a terra le monete del suo portafogli.
A quel punto lo studente decide di evitare di peggiorare la situazione e consegna la banconota da 20 euro all’uomo, che poi si allontana per salire sullo stesso treno S9: lui nelle ultime carrozze, mentre il ragazzo aggredito nelle prime.

 

“Non trovo nè una guardia nè un controllore sul treno. Vado, quindi, davanti alla cabina di pilotaggio del treno per parlare con qualcuno. Suono più volte il citofono d’emergenza, nessuna risposta; busso insistentemente sulla porta e anche lì niente, totale assenza di personale” -scrive sempre il giovane.

Il messaggio denuncia del giovane studente si chiude con un appello: “un messaggio rivolto, soprattutto, a tutte le autorità che sono responsabili e gestiscono il servizio viaggiatori. Un messaggio di aiuto soprattutto dai pendolari che prendono il treno nella tratta Saronno-Ceriano. È ora di mettere la parola fine a questa vicenda.

 

NON PERDERE NEANCHE UNA NOTIZIA DAL NOSTRO SITO, iscriviti al canale Telegram de “il notiziario” CLICCA QUI


EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

Milano-Meda, chiusa l’uscita per Paderno Dugnano: camion in panne sullo svincolo

Chiusa l'uscita della Milano-Meda di via Santi a Paderno Dugnano. Un pesante tir è in panne proprio sullo svincolo per il centro città. Il...

Ruba l’elettricità al Comune di Uboldo, condannato a risarcire

E’ stato condannato e dovrà risarcire il Comune un uomo che si era attaccato abusivamente alla rete elettrica pubblica. E’ una vicenda davvero unica...
carabinieri auto

Si fingevano corrieri e rubavano nelle case di riposo: un arresto anche a Barlassina

Il Gip del Tribunale di Varese ha emesso un'ordinanza di custodia cautelare in carcere per due uomini, un 49enne residente ad Arcisate (Varese) e...

Grande Fratello Vip, per l’influencer milanese Tommaso Zorzi una vittoria annunciata

Alla fine ha vinto lui. Il milanese Tommaso Zorzi ha conquistato la quinta edizione del “Grande Fratello Vip" la più longeva per il ventennale...
Polizia

Donna ordina una pizza al 112 per chiedere aiuto, la Polizia arresta compagno violento...

La  Polizia di Stato ha arrestato un cittadino marocchino di 25 anni per il reato di lesioni personali aggravate nei confronti della ex compagna,...

Bollate, il sindaco scrive a Fontana: “Vaccinate subito i bollatesi”

Il sindaco di Bollate Francesco Vassallo ha scritto oggi una lettera al presidente della Regione Attilio Fontana per chiedere che Regione Lombardia si attivi...

Bollate, papà Salvatore scende in campo contro la scuola chiusa: “Bastava seguire il protocollo”

Dopo quasi un mese dalla chiusura della scuola di Via Montessori a Bollate, scendono in campo i genitori, nella figura di Salvatore Romano, padre...
prima pagina notiziario
il notiziario è in edicola!
provalo in digitale
SCEGLI L’ABBONAMENTO !