Home Prima Pagina Coronavirus, appello del canile di Uboldo: "Siamo senza cibo e detersivi"

Coronavirus, appello del canile di Uboldo: “Siamo senza cibo e detersivi”

Il Coronavirus ha messo in difficoltà il canile di Uboldo “Una luce fuori dal lager”, che sta attraversando seri problemi non godendo di fondi pubblici e mantenendo solo con le offerte e fondi propri 50 cani fissi e altri piccoli animali.

“Marzo e aprile sono i mesi con le principali nostre fonti di sostegno – spiegano i volontari – Bancarelle e cene di beneficenza sono interrotte, così come le raccolte di cibo e detersivi nei vari supermercati. Inoltre, nonostante le scorte e gli acquisti fatti prima dell’emergenza, siamo senza pellet per le nostre tre stufe per riscaldare gli animali e senza candeggina per le pulizie. Abbiamo contattato da tempo tutti i nostri vecchi e nuovi fornitori, ma da settimane anche loro sono senza e non sappiamo più dove reperire la merce”.

Di qui l’appello a chiunque voglia spedire beni o consegnarli direttamente. Ecco l’indirizzo e-mail: canilisaronno@gmail.com; via telefono contattare i numeri 3339521373 / 3381658329. L’indirizzo per far giungere la merce è: Associazione “Una Luce fuori dal Lager” – Rifugio canile via Caduti della Liberazione, 123 – Uboldo / Per donazioni: Associazione “Una Luce fuori dal Lager”, Iban: IT16V0837433260000012450547; paypal sul sito www.canilisaronno.com, tasto “Fai la tua donazione”.

“Stiamo facendo fronte alle normali spese di gestione dell’intero rifugio, oltre alle numerose spese per medicinali – riferiscono i volontari – Abbiamo circa 14 cani in trattamento per varie patologie. Questo fermo ci sta veramente creando una situazione di difficoltà enorme”.



Caro lettore, dall’inizio dell’emergenza Covid-19 abbiamo subito un pesante crollo delle entrate pubblicitarie, che rappresentano da sempre un’importante entrata per sostenere il lavoro della redazione del Notiziario che realizza questo sito e il settimanale del venerdì in formato cartaceo o sfogliabile digitale.
Per garantire un’informazione quanto più possibile puntuale e autorevole dal nostro territorio, sono al lavoro giornalisti, liberi professionisti, che vedono fortemente minacciati i loro compensi dall’improvvisa diminuzione dei ricavi pubblicitari. Se apprezzi il nostro lavoro, ti chiediamo, se ti è possibile, di contribuire acquistando l’edizione sfogliabile del nostro settimanale (CLICCA QUI) oppure con una piccola donazione, seguendo i pulsanti qui sotto.
Bastano pochi clic, in totale sicurezza, con carta di credito o Paypal. Grazie.

EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

Bollate, spesa a turni con l’iniziale del cognome: Mattino 5 fuori dai supermercati

Mattino 5 arriva a Bollate per raccontare l'iniziativa della spesa in ordine alfabetico nella mattinata del turno che hanno iniziale dalla O alla R....

Coronavirus, omaggio di forze dell’ordine e sindaco a medici e sanitari dell’ospedale di Saronno...

Carabinieri, Guardia di Finanza, Vigili del fuoco e Polizia Locale di Saronno hanno voluto portare un messaggio di vicinanza e sostegno questa mattina agli...

Coronavirus, passeggiate con bambini: “In Lombardia vietate da ordinanza regionale”

"In Lombardia prevale la nostra ordinanza e quindi le passeggiate sono vietate". Lo dice il governatore Attilio Fontana a proposito della possibilità di fare...

Coronavirus: 11 morti e 26 positivi a Senago, 9 decessi e 33 contagi a...

Sono 11 e persone morte risultate positive al coronavirus a Senago. Lo rende noto la sindaca Magda Beretta in un aggiornamento sull'emergenza. Il totale...

Coronavirus: morto 80enne di Cislago, il cordoglio del sindaco

Nelle prime ore di mercoledì le autorità sanitarie hanno comunicato al sindaco Gianluigi Cartabia che un cittadino di Cislago, di 80 anni, ricoverato all’ospedale...
carabinieri posto blocco

Uboldo, trovato in giro, con droga, reagisce ai carabinieri: tripletta di un 25enne

Ieri pomeriggio, a Uboldo, i carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Saronno hanno denunciato un giovane 25enne  residente in paese, che...

Coronavirus, Carta Bianca a Monza: quadruplicati posti in terapia intensiva

Dai 69 ricoverati per Covid 19 dell’8 marzo ai 450 del 29 marzo: in tre settimane l’ospedale San Gerardo di Monza ha visto aumentare...
prima pagina notiziarioil notiziario è in edicola!
provalo in digitale
SCEGLI L’ABBONAMENTO !