Home BRIANZA Anche una spada, oltre a coltelli e machete, nel bosco dello spaccio...

Anche una spada, oltre a coltelli e machete, nel bosco dello spaccio tra Ceriano e Solaro

Ceriano Laghetto spada C’è anche una lunga spada tra gli oggetti recuperati sotto terra nel bosco del Parco delle Groane  dai   volontari del Gst di Ceriano Laghetto. 

Utilizzando un metal detector i volontari hanno portato alla luce molti “strumenti di lavoro” nascosti, sottoterra   dagli spacciatori nelle piazze di spaccio all’interno del Parco delle Groane tra Ceriano e Solaro.

In poco più di una settimana di perlustrazione, nella zona tra il cimitero e la stazione Ceriano-Groane, i volontari del Gruppo Supporto Territoriale, con il coordinamento della Polizia locale, hanno trovato sotto terra un lungo elenco di oggetti e materiali certamente in uso ai venditori di droga, che avevano fatto di questa area il loro fortino, prima di essere allontanati dai numerosi interventi delle Forze dell’ordine, che hanno portato ad arresti e denunce.

Sono stati recuperati e consegnati alle Forze dell’ordine: un rilevatore Gps, un personal computer e cinque telefoni cellulari, che potrebbero contenere informazioni molto interessanti ai fini delle indagini, ben quattro machete con lame di circa 50 cm, utilizzati per aprirsi varchi nella vegetazione ma anche come arma per affrontare rivali o forze dell’ordine. Poi ancora una pericolosissima mannaia, 5 bilancini di precisione, un lettore Mp3, 1 caricabatterie wireless, 2 coltellini svizzeri, una lama da 30 cm e persino una spada, della lunghezza di oltre un metro.

A questo si aggiungono i 60 grammi di droga, che avrebbero “fruttato” circa 3000 euro sul mercato, rinvenuti all’interno di un involucro scoperto mentre si scavava per recuperare uno degli oggetti metallici.

“Le azioni di contrasto alla presenza di spacciatori e tossicodipendenti nel Parco non si sono mai fermate, nemmeno in tempo di coronavirus, grazie alle Forze dell’ordine e anche grazie ai nostri volontari” -commenta l’Assessore alla Sicurezza Dante Cattaneo.

“In quest’ultimo periodo, grazie al metal detector, abbiamo potuto setacciare un’ampia area del parco scoprendo i diversi nascondigli utilizzati dagli spacciatori per nascondere le loro armi e gli strumenti utilizzati per i loro traffici, che ora sono nelle mani delle forze dell’ordine. Deve essere chiaro a tutti che la nostra battaglia contro lo spaccio nel Parco non si fermerà. Questi spazi da tre mesi sono tornati ad essere luoghi liberi dallo spaccio e che d’ora in poi dovranno essere noti solo per la loro meravigliosa natura. L’attenzione rimane altissima perché gli spacciatori tenteranno in ogni modo di riappropriarsene”.


EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

Polizia Arresto

Trafficante di essere umani si nascondeva a Uboldo, tradito dal contratto d’affitto

Un albanese di 34 anni, residente a Uboldo, è stato arrestato per traffico di esseri umani. Inseguito da un mandato di arresto europeo, emesso...

Tragedia a Cislago, muore d’infarto a soli 18 anni

Addio ad Alessandro Zorzan, morto a 18 anni per un arresto cardiaco. Un destino davvero crudele quello che se l’è portato via nel maneggio...

Limbiate, incendio nell’ex manicomio di Mombello

Incendio ieri pomeriggio a Limbiate, nel complesso dell'ex ospedale psichiatrico Antonini di Mombello. Le fiamme, divampate nel retro dello stabile, hanno avvolto tutto e ad...

Il commosso addio a Stefano, indimenticabile collaboratore di Gs Robur e Club Tennis Ceriano

Una mattina come tante ieri alla Robur, Michele il barista apre la sede e attende Vincenzo Girimonte e Stefano Caporali, i “ragazzi della manutenzione”...

Brugherio, svolta nel caso dell’anziana strangolata

Svolta nelle indagini per l’anziana donna deceduta nella nottata del 7 agosto nell’ospedale di Vimercate. Nel pomeriggio odierno i Carabinieri della Stazione di Brugherio hanno...
Limbiate incendio tram

Varedo, incendio al deposito dei tram della Milano-Limbiate

Questo pomeriggio verso le 16 all'interno del deposito dei tram ATM di Varedo, a pochi passi da Limbiate, c'è stato un principio di incendio. ...

Truffa dello specchietto, colpo fallito a Uboldo

I malviventi che tentano la “truffa dello specchietto” insistono, anche se ormai questo raggiro è ben noto e pochi ci cascano. Infatti hanno fallito...
prima pagina notiziario
il notiziario è in edicola!
provalo in digitale
SCEGLI L’ABBONAMENTO !