Home Prima Pagina Saronno: all'ex Isotta Fraschini un campus da 4 mila studenti

Saronno: all’ex Isotta Fraschini un campus da 4 mila studenti

Nell’area dell’ex Isotta Fraschini di Saronno verrà realizzato un Campus per 4mila studenti. Lo prevede il progetto presentato dall’attuale proprietà dell’area. 

Giuseppe Gorla neo proprietario dell’ex Isotta Fraschini è tornato a parlare del futuro della maxi area dismessa tra via Milano e via Varese.

A sua disposizione ha un’area di 120 mila metri quadrati in una zona cruciale tra il centro e lo scalo ferroviario e il suo obiettivo è quello di trasformarla in una zona attrattiva urbanisticamente ed esteticamente d’avanguardia che trasformi Saronno in una meta per turisti, studenti, talenti, addetti ai lavori e cultori del bello.

L’area ha ospitato per anni uno degli stabilimenti della storica fabbrica di automobili di lusso attiva dal 1900 al 1949.

Dopo l’offerta dell’inverno scorso e lo stop imposto dal lockdown Gorla è stato protagonista di diversi momenti di confronto e di dibattito online. Assolutamente “faccia a faccia”, invece, il momento d’incontro in Municipio con l’Amministrazione comunale.

Qualche giorno fa il sindaco Alessandro Fagioli e l’assessore all’Urbanistica Lucia Castelli hanno ospitato Gorla con Angelo Proserpio, avvocato che ha affiancato l’ex manager di una multinazionale in pensione in tutti gli aspetti tecnici dell’operazione a partire dalla creazione dell’srl Saronno città dei beni comuni che attualmente risulta proprietaria dell’area.

La popolazione di Saronno aumenterebbe del 10%

Una società creata come ha spiegato diverse volte lo stesso Proserpio “per mettere l’area al sicuro dalle speculazioni l’ex Isotta Fraschini area dismessa cruciale per lo sviluppo di Saronno”. Punto focale dell’operazione di rilancio dell’area ma anche della città che sogna Gorla è quello di creare un campus universitario che porti a Saronno fino a quattromila studenti. Si tratterebbe di aumentare del 10% gli abitanti della città.

Insomma un grande progetto “con fortissime ricadute su tutta Saronno – ha sottolineato il neo proprietario – perchè gli studenti verranno ad abitare qui, faranno le loro spese sul territorio, creeranno lavoro ed una volta laureati attireranno anche le aziende.

Si sa che le società amano andare dove ci sono persone giovani, motivate e preparate. Vogliamo innescare un circolo virtuoso”.

Stesso principio si spera di innestare anche a livello urbanistico con il grande parco, più volte promesso nell’area, che dovrà essere lo scheletro del nuovo quartiere che dovrà anche riallacciare la frattura tra centro e rione Matteotti.

Gorla ha le idee chiare anche sulle modalità d’intervento. E’ già all’opera per trasformare l’area nel più grande bene comune d’Italia.

Un progetto innovato ed inedito che vedrà anche tutti gli investimenti essere portati avanti nell’ottica del no profit. “Abbiamo lavorato 8 mesi prima di arrivare all’offerta – ha spiegato Gorla negli ultimi confronti con la città – Abbiamo scelto grandi nomi del panorama italiano e gli abbiamo chiesto di volare alto. Ci sarà la migliore intellettualità per progettare questo bene comune”.

Turisti dal Giappone per un selfie a Saronno 

L’obiettivo è anche quello di creare qualcosa di bello ed attrattivo tanto da portare a Saronno i turisti:“L’obiettivo sarà raggiunto se i turisti giapponesi che arrivano a Milano verranno a Saronno a farsi un selfie all’ex Isotta Fraschini”.

Naturalmente il primo step sarà la messa in sicurezza e la bonifica.

Tempi? “Saremmo già partiti se non ci fosse non ci fosse stata l’emergenza sanitaria – ha avuto modo di chiarire Gorla – Finchè non si faranno i carotaggi e si farà luce sulla bonifica è però difficile dare una tempistica”.



Caro lettore, dall’inizio dell’emergenza Covid-19 abbiamo subito un pesante crollo delle entrate pubblicitarie, che rappresentano da sempre un’importante entrata per sostenere il lavoro della redazione del Notiziario che realizza questo sito e il settimanale del venerdì in formato cartaceo o sfogliabile digitale.
Per garantire un’informazione quanto più possibile puntuale e autorevole dal nostro territorio, sono al lavoro giornalisti, liberi professionisti, che vedono fortemente minacciati i loro compensi dall’improvvisa diminuzione dei ricavi pubblicitari. Se apprezzi il nostro lavoro, ti chiediamo, se ti è possibile, di contribuire acquistando l’edizione sfogliabile del nostro settimanale (CLICCA QUI) oppure con una piccola donazione, seguendo i pulsanti qui sotto.
Bastano pochi clic, in totale sicurezza, con carta di credito o Paypal. Grazie.

EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

Origgio, mamma ringrazia “i vigili eroi” che hanno salvato i suoi due bambini

Se c'è una prova che i vigili non facciano solo multe è quanto successo ieri nel corso del nubifragio che si è abbattuto sul...

La Misinto Beer Fest torna anche quest’anno, ma arriva dritta a casa tua!

In molti erano preoccupati, e invece la Misinto Beer Fest si farà anche quest'anno, ma con una modalità molto particolare: sarà a domicilio. IL...
Ceriano Laghetto Tennis a2

Tennis, al via da Ceriano la stagione di A2, le ragazze di casa rinunciano...

Tutto pronto, per l'esordio delle ragazze del Club Tennis Ceriano nel campionato di Serie A2 2020, che prenderà il via domenica 5 luglio. Una...
allagamenti ceriano

Alberi caduti e allagamenti, ore di super lavoro per i Vigili del fuoco |...

Alberi caduti, tetti sollevati e tanti allagamenti hanno impegnato i Vigili del fuoco per tutta la serata di ieri fino a notte inoltrata, da...

Auto intrappolata nel sottopasso a Origgio, due bambini salvati dai vigili

A causa del forte nubifragio di questo pomeriggio, si è allagato il sottopasso di viale Europa a Origgio, dov'è rimasta intrappolata l'auto di una...

Pioggia e grandine: sottopassi allagati a Ceriano e Origgio, piante cadute a Garbagnate

Il violento temporale che si è abbattuto sulla nostra zona ha creato problemi sulle strade con allagamenti e alberi caduti. Numerosi gli interventi in corso...
video

Finti matrimoni e test di lingua comprati per avere il permesso di soggiorno, 5...

La Polizia di Stato di Milano ha arrestato 5 persone,   di cui cittadini stranieri (uno di origini egiziane e una donna marocchina) in carcere...
prima pagina notiziario
il notiziario è in edicola!
provalo in digitale
SCEGLI L’ABBONAMENTO !