HomePrima PaginaSaronno: all'ex Isotta Fraschini un campus da 4 mila studenti

Saronno: all’ex Isotta Fraschini un campus da 4 mila studenti

Nell’area dell’ex Isotta Fraschini di Saronno verrà realizzato un Campus per 4mila studenti. Lo prevede il progetto presentato dall’attuale proprietà dell’area. 

Giuseppe Gorla neo proprietario dell’ex Isotta Fraschini è tornato a parlare del futuro della maxi area dismessa tra via Milano e via Varese.

A sua disposizione ha un’area di 120 mila metri quadrati in una zona cruciale tra il centro e lo scalo ferroviario e il suo obiettivo è quello di trasformarla in una zona attrattiva urbanisticamente ed esteticamente d’avanguardia che trasformi Saronno in una meta per turisti, studenti, talenti, addetti ai lavori e cultori del bello.

L’area ha ospitato per anni uno degli stabilimenti della storica fabbrica di automobili di lusso attiva dal 1900 al 1949.

Dopo l’offerta dell’inverno scorso e lo stop imposto dal lockdown Gorla è stato protagonista di diversi momenti di confronto e di dibattito online. Assolutamente “faccia a faccia”, invece, il momento d’incontro in Municipio con l’Amministrazione comunale.

Qualche giorno fa il sindaco Alessandro Fagioli e l’assessore all’Urbanistica Lucia Castelli hanno ospitato Gorla con Angelo Proserpio, avvocato che ha affiancato l’ex manager di una multinazionale in pensione in tutti gli aspetti tecnici dell’operazione a partire dalla creazione dell’srl Saronno città dei beni comuni che attualmente risulta proprietaria dell’area.

La popolazione di Saronno aumenterebbe del 10%

Una società creata come ha spiegato diverse volte lo stesso Proserpio “per mettere l’area al sicuro dalle speculazioni l’ex Isotta Fraschini area dismessa cruciale per lo sviluppo di Saronno”. Punto focale dell’operazione di rilancio dell’area ma anche della città che sogna Gorla è quello di creare un campus universitario che porti a Saronno fino a quattromila studenti. Si tratterebbe di aumentare del 10% gli abitanti della città.

Insomma un grande progetto “con fortissime ricadute su tutta Saronno – ha sottolineato il neo proprietario – perchè gli studenti verranno ad abitare qui, faranno le loro spese sul territorio, creeranno lavoro ed una volta laureati attireranno anche le aziende.

Si sa che le società amano andare dove ci sono persone giovani, motivate e preparate. Vogliamo innescare un circolo virtuoso”.

Stesso principio si spera di innestare anche a livello urbanistico con il grande parco, più volte promesso nell’area, che dovrà essere lo scheletro del nuovo quartiere che dovrà anche riallacciare la frattura tra centro e rione Matteotti.

Gorla ha le idee chiare anche sulle modalità d’intervento. E’ già all’opera per trasformare l’area nel più grande bene comune d’Italia.

Un progetto innovato ed inedito che vedrà anche tutti gli investimenti essere portati avanti nell’ottica del no profit. “Abbiamo lavorato 8 mesi prima di arrivare all’offerta – ha spiegato Gorla negli ultimi confronti con la città – Abbiamo scelto grandi nomi del panorama italiano e gli abbiamo chiesto di volare alto. Ci sarà la migliore intellettualità per progettare questo bene comune”.

Turisti dal Giappone per un selfie a Saronno 

L’obiettivo è anche quello di creare qualcosa di bello ed attrattivo tanto da portare a Saronno i turisti:“L’obiettivo sarà raggiunto se i turisti giapponesi che arrivano a Milano verranno a Saronno a farsi un selfie all’ex Isotta Fraschini”.

Naturalmente il primo step sarà la messa in sicurezza e la bonifica.

Tempi? “Saremmo già partiti se non ci fosse non ci fosse stata l’emergenza sanitaria – ha avuto modo di chiarire Gorla – Finchè non si faranno i carotaggi e si farà luce sulla bonifica è però difficile dare una tempistica”.


EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

Vince il no al Palio di Gerenzano (49 a 35): rinviato al 2022

Mentre a Uboldo è stato il parroco a decidere di non tenere il Palio delle Contrade a causa della pandemia, consultate la Curia e...

Bollate, quattro nuove telecamere multi ottiche al Parco Martin Luther King

A Bollate sono arrivate quattro nuove telecamere multi ottiche che verranno posizionate in zone particolarmente sensibili del Parco Martin Luther King con l'obiettivo di...
cusano investita strisce

Cusano, anziana investita sulle strisce in centro

Una donna anziana è stata investita da un’auto questa mattina a Cusano Mlanino mentre attraversava sulle strisce pedonali il centralissimo viale Matteotti. La donna di...
qualità vita

La qualità della vita dopo il Covid

Il Covid ha portato nell’ultimo anno grossi cambiamenti nelle nostre vite, ma non è detto che siano tutti negativi. Molti di voi avranno letto...
Garbagnate area cani virus

Garbagnate, area cani chiusa per un allarme virus (ma non è il Covid)

Area cani chiusa per un allarme virus a Garbagnate. La comunicazione alla Polizia locale di Garbagnate è giunta da Ats nei giorni scorsi, la quale...
Baranzate ospedale Sacco donne

Baranzate, l’ospedale Sacco è la “casa sicura” delle donne

L’ospedale Sacco è una “casa sicura” per tutte le donne. L’ospedale Sacco, posto proprio al confine tra Baranzate e Milano, è stato senza dubbio in...
limbiate auto villoresi

Limbiate, auto con mamma e figli nel Villoresi, vite distrutte, nessun risarcimento

Auto con madre e figli nel Villoresi, nessun risarcimento per la tragedia che ha distrutto la vita di una famiglia di Limbiate. In tanti...
prima pagina notiziario
il notiziario è in edicola!
provalo in digitale
SCEGLI L’ABBONAMENTO !