HomeBOLLATESEArea ex Alfa: la Regione sblocca la pista da sci tra Arese...

Area ex Alfa: la Regione sblocca la pista da sci tra Arese e Garbagnate

ex Alfa pista sci riqualificazioneLa Regione sblocca la pista da sci e la riqualificazione dell’area ex Alfa Romeo, tra Garbagnate e Arese.

Nelle ultime settimane abbiamo scritto più volte che la riqualificazione dell’area ex Alfa che ricade in territorio garbagnatese stava per vivere una svolta decisiva: la Regione doveva infatti approvare la delibera che amplia il perimetro dell’Accordo di programma, includendo anche le aree garbagnatesi che erano rimaste fuori dal primo Adp.

Ebbene, sul finire della scorsa settimana la tanto attesa notizia è arrivata: la Regione ha ampliato l’Adp includendo la parte di ex Alfa che ricade su Garbagnate, ma anche il cosiddetto edificio Gardella, l’enorme struttura che un tempo ospitava gli uffici dell’Alfa.

Che cosa significa tutto ciò? Che finalmente la riqualificazione di quelle aree ha le carte in regola per poter andare avanti in modo concreto.Il passaggio in Regione era fondamentale e apre scenari importanti per la nostra città. Infatti, sull’area di Garbagnate (e non ad Arese, come indicato da quasi tutti) sorgerà lo Ski-Dome, ossia la pista da sci al chiuso, che potrà avere un ruolo importante anche nelle olimpiadi d i Milano – Cortina del 2026. Tempi abbastanza stretti, dunque, e tanto lavoro da fare. Tra i lavori c’è anche la realizzazione dei trasporti.

A tale proposito si attende che venga pronto lo studio sulla mobilità che è stato commissionato a Metropolitane Milanesi: sebbene sia stato pagato più di 200mila euro, tale studio non è ancora pronto, per cui al momento non si sa ancora se davvero sarà riattivata la ferrovia Garbagnate – Ex Alfa (prolungandola fino a Lainate), dove potrebbero essere ubicati stazioni e parcheggi e se verrà attuato anche un trasporto su gomma ex Alfa – Arese – Metrò di Rho Fiera.

Certe sono invece le dichiarazioni entusiastiche che arrivano dalla Regione, a partire dall’assessore allo Sviluppo Stefano Bolognini: “Con questo atto – spiega – riparte l’iter relativo alla stipula dell’Atto integrativo all’accordo di programma tra Regione Lombardia e tutti gli enti interessati alla riqualificazione e reindustrializzazione dell’area. A livello operativo il primo passo sarà la convocazione, a breve, del Collegio di Vigilanza, che avrà il compito di definire i tempi, gli interventi, le risorse e gli impegni di tutti i soggetti pubblici e privati aderenti all’accordo entro il termine già stabilito del prossimo 30 settembre per il perfezionamento e la sottoscrizione dell’atto integrativo.

Uno Ski Dome a due passi da Milano 

“La costruzione dello Ski Dome – aggiunge Antonio Rossi, sottosegretario regionale allo Sport e alle Olimpiadi 2026 – potrebbe aprire importanti prospettive sportive e turistiche per Milano e tutta la Lombardia e potrebbe assumere un’interessante valenza in chiave olimpica”.

“La pista al chiuso da realizzare all’interno del palazzo dello sci potrebbe, infatti, essere utilizzata per allenamenti mirati, effettuabili 365 giorni l’anno, e per test delle squadre nazionali olimpiche e paralimpiche, impegnate nel 2026 sulle nevi della Valtellina. Inoltre, lo Ski Dome potrebbe diventare un punto di formazione per i tecnici dello sci alpino”.

Di ottima notizia parla infine il consigliere regionale Simone Giudici: “Mi auguro che questo primo importante passo permetta all’intera area di rilanciarsi a livello attrattivo, lavorativo e di trasporto pubblico”.

Resta però un dubbio: dopo anni di inerzia (che tra l’altro è costata la rinuncia di Ikea), si riuscirà ora a imprimere una forte accelerazione, dato che il 2026 non è lontano? I dubbi sono più che legittimi.


EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

Bollate comune anello brillante

Solaro, rubano al super e spintonano la responsabile: presi

Nella mattinata di oggi, venerdì 23 luglio, tre persone sono state bloccate dai carabinieri di Solaro nella zona del Parco delle Groane dopo che...

Addio furti e danni alle bici: a Caronno e Cislago arrivano le velostazioni

Diminuire il traffico del mattino e della sera sulle strade, abbassando così l’inquinamento acustico e atmosferico; liberare parcheggi e, soprattutto, stimolare uno stile di...

Luca Attanasio, a Reggio Calabria dedicato un ponte per l’ambasciatore limbiatese

Nella giornata di ieri, giovedì 22 luglio, è stato inaugurato a Reggio Calabria un ponte intitolato alla memoria di Luca Attanasio, l'ambasciatore originario di...
draghi green pass

Green Pass obbligatorio dal 6 agosto, ecco dove e come funziona

Varato il nuovo decreto legge con le “Misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19 e per l’esercizio in sicurezza di attività sociali ed...
gianetti

Gianetti: azienda al Ministero non ritira i licenziamenti, tensione a Ceriano e Carpenedolo

Dura presa di posizione della Fiom Cgil al termine dell'incontro di ieri pomeriggio al Ministero per lo Sviluppo economico sul caso Gianetti.  Al tavolo convocato...
prima pagina

Tragedie stradali a Saronno, Senago e Lazzate; il Covid un caso preoccupa Bollate |...

La nuova edizione del Notiziario si apre con le notizie di tre gravissimi incidenti stradali avvenuti sulle nostre strade: a Saronno ha perso la...
gianetti

GIanetti, il Ministero pronto a favorire la ricerca di un nuovo acquirente

Sul futuro della Gianetti ruote di Ceriano Laghetto questa sera c’è stato finalmente il primo incontro al Ministero dello Sviluppo Economico a Roma. Al termine...
prima pagina
il notiziario è in edicola!
provalo in digitale
SCEGLI L’ABBONAMENTO !