HomeBRIANZAPedemontana avanza, giù il ponte, Milano-Meda chiusa per 32 ore

Pedemontana avanza, giù il ponte, Milano-Meda chiusa per 32 ore

Milano-Meda ponte Tra sabato sera e lunedì mattina la Milano-Meda sarà chiusa al traffico nel tratto tra Bovisio Masciago e Binzago (Cesano Maderno) per consentire i lavori di abbattimento di un ponte. E’ il primo intervento sulla Milano-Meda direttamente collegato al futuro passaggio di Pedemontana su questa tratta.

Verrà abbattuto il ponte n. 10 “Maestri del Lavoro” a scavalco della Milano – Meda, all’altezza del Comune di Bovisio Masciago. Si tratta di un manufatto già precauzionalmente chiuso al traffico dal 2016 a causa di difetto di pila fuori piombo rilevato durante le ispezioni visive primarie.

Percorso della tratta B2 di Pedemontana e Milano-Meda

A partire dalle ore 21 di sabato 27 marzo, sarà chiuso al traffico il tratto di Milano – Meda incluso tra Bovisio e Binzago – entrambe le carreggiate – e sarà allestito il cantiere in prossimità del manufatto oggetto di demolizione nel corso della notte.
Le operazioni saranno condotte da Cal (Concessioni Autostradali Lombarde), a cui la Provincia di Monza e Brianza ha consegnato temporaneamente l’intero manufatto ai fini della demolizione delle due campate che lo costituiscono.
L’operazione ponti sicuri della Milano – Meda, con questa attività, entra in una nuova fase, nell’ottica di una gestione attenta e condivisa delle risorse finanziarie, anche in relazione alla futura realizzazione della tratta B2 di Pedemontana.
La demolizione del cavalcavia in via Maestri del Lavoro a Bovisio Masciago è la prima delle azioni che concretizzano gli impegni assunti da Provincia MB con Regione Lombardia, Cal (Concessioni Autostradali Lombarde) e Autostrada Pedemontana Lombarda, nell’ambito della convenzione siglata nel 2019, che prevede un finanziamento di 3.100.000,00 euro anticipato da Regione Lombardia a Cal.

La convenzione, nel complesso, riguarda la progettazione esecutiva e l’esecuzione dei lavori per la demolizione del ponte P10 in via Maestri del Lavoro a Bovisio Masciago, che avverrà nelle prossime ore e il rifacimento del ponte P14 di via san Benedetto a Cesano Maderno, sottopassante la “Milano – Meda”, aperto al traffico e sottoposto da Provincia di Monza e Brianza a certificazione di idoneità statica con rinnovo annuale, oltre che a monitoraggio strutturale continuo.

“Stiamo entrando in una nuova fase di gestione di quei ponti lungo la Milano – Meda che si trovano lungo il tracciato della futura tratta B2 di Pedemontana. Una fase che alleggerisce la Provincia dalla programmazione, anche economica, della manutenzione di questi manufatti, definendo ruoli e risorse per garantire gli interventi di risanamento in relazione al progetto approvato della tratta B2. I prossimi saranno mesi impegnativi, con un susseguirsi di cantieri su diversi ponti e che creeranno sicuramente disagi alla circolazione. Il nostro obiettivo, al termine di tutte le manutenzioni al manto stradale e ai manufatti, sarà di poter alzare il limite di velocità ai 100 km/ora: un risultato che sarà possibile grazie agli investimenti fatti dalla Provincia in questi anni di gestione e riqualificazione della Milano – Meda” – spiega il Presidente della Provincia MB Luca Santambrogio.

Demolizione ponte Milano-Meda il programma

Sabato 27 marzo 2021: a partire dalle ore 20,15 e sino alle ore 21 sarà posata la segnaletica per:
• chiusura tratto discendente (dir. Milano) SP ex SS n. 35 tra Binzago e Bovisio, con uscita obbligatoria n. 9 “Binzago” e rientro su SP ex SS n. 35 allo svincolo n. 8 “Bovisio Masciago – Desio” (percorrendo itinerario alternativo di deviazione);
• chiusura tratto ascendente (dir. Como) SP ex SS n. 35 tra Bovisio e Binzago, con uscita obbligatoria n. 8 “Bovisio Masciago” e rientro su SP ex SS n. 35 allo svincolo n. 9 “Binzago” (percorrendo itinerario alternativo di deviazione).

Attività di demolizione del cavalcavia P10 di via Maestri del Lavoro: dalle ore 21 di sabato 27 marzo 2021 fino alla mattina seguente si procederà alla rimozione delle barriere di sicurezza metalliche lungo la viabilità superiore di via Maestri del Lavoro ed all’asportazione della pavimentazione in asfalto.
Contemporaneamente verranno allestiti i cantieri lungo i due tratti di carreggiate (ascendente e discendete) della SP ex SS n. 35 soggiacenti al cavalcavia: i cantieri, separati dallo spartitraffico centrale che resterà fisso, saranno indipendenti in termini di accessi e mezzi d’opera e saranno delimitati con recinzioni e barriere jersey. In particolare, nei cantieri saranno stesi teli in geo-tessuto a protezione della pavimentazione in asfalto e dello spartitraffico e su di essi verrà posato un letto in sabbia, avente lo scopo di ammortizzare la caduta di materiale durante il processo di abbattimento e non rovinare l’asfalto.
Ad avvenuta predisposizione dei cantieri, saranno attuate le demolizioni della prima e poi della seconda campata, oltre che della pila centrale, impiegando escavatori dotati di pinza o martellone, con abbassamento delle macerie sul letto in sabbia, frantumazione primaria dei materiali, accatastamento temporaneo in sede e trasporto detriti presso l’area di deposito di via Maestri del Lavoro.
Per mitigare il sollevamento e la diffusione di polveri saranno utilizzati sistemi di abbattimento ad acqua nebulizzata.
Gli autocarri per il trasporto di macerie si muoveranno lungo il tratto di SP ex SS n. 35 interdetto al traffico, servendosi unicamente delle rampe allo svincolo n. 8 “Bovisio Masciago – Desio”.
Le manovre di ingresso/uscita degli autocarri ai/dai cantieri saranno regolate da movieri.

Terminato l’abbattimento in notturna, nella mattinata di domenica si procederà alla rimozione dei detriti, all’asportazione del letto in sabbia e dei teli in geo-tessuto, alla smobilitazione delle recinzioni di cantiere e alla pulizia delle carreggiate ascendente e discendente della SP ex SS n. 35, in modo da assicurare la riapertura al traffico della strada entro massimo le ore 05:00 di lunedì 29/03/2021.

Da lunedì 29/03/2021, per circa altri 10 giorni, si procederà all’ulteriore frantumazione dei blocchi di macerie accatastati nel terreno adiacente al campo base di via Maestri del Lavoro, al conferimento dei resti a discarica autorizzata ed alla pulizia dell’area.
Inoltre, alla sommità delle due spalle poste ai due imbocchi al ponte su via Maestri del Lavoro, non oggetto di abbattimento, verranno installate recinzioni e cancelli metallici, per assicurare protezione contro la caduta dall’alto e la sicurezza del traffico sottostante.


EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

Lombardia, da lunedì 19 aprile i cittadini tra i 65 e 69 anni possono...

Da lunedì 19 aprile i cittadini lombardi di età compresa tra i 65 e i 69 anni avranno la possibilità di prenotare il vaccino...
fibra ottica

Fibra ko a Cogliate e Ceriano, guasto alla centrale, disagi per smart working e...

Fibra ottica ko nella zona delle Alte Groane: da questa mattina prima delle 10 tutte le connessioni in modalità Ftth di Cogliate e Ceriano...

Bauli in piazza a Roma, protesta dei lavoratori dello spettacolo anche da Saronno e...

I bauli tornano in piazza. Dopo il flash mob coreografico del 10 ottobre scorso a Milano mille bauli neri portati da altrettanti lavoratori dello spettacolo...
cusano bomba carta

Cusano, bomba carta contro negozio di parrucchiere, due arrestati a Cormano | VIDEO

I Carabinieri della Compagnia di Sesto San Giovanni hanno arrestato questa mattina a Cormano  un italiano, classe 1997, ed un moldavo, classe 2000, ritenuti...
Solaro

Solaro, finto carabiniere raggira anziano solo e ruba monili in oro

Un finto carabiniere ha messo a segno l'ennesimo furto con raggiro ai danni di un anziano solo in casa a Solaro. E' successo ieri...

Limbiate, il sogno del rapper YNG Dyson in finale per il Concerto del Primo...

Da Limbiate a Roma grazie alla forza della musica. Ci crede Yng Dyson, al secolo Alfonso Brian Melli, rapper di 17 anni giunto alla...

Cocktail e assembramenti, nei weekend Turate come la Darsena

Nonostante i numerosi appelli del sindaco di Turate alla cautela, alla prudenza e al rispetto delle norme anti-Covid, a Turate c'è chi continua a riunirsi...
prima pagina notiziario
il notiziario è in edicola!
provalo in digitale
SCEGLI L’ABBONAMENTO !