Paderno, dopo il ‘caso Ikea’ Polito lascia la giunta: “Un fatto esclusivamente privato”

 

Ha rassegnato le proprie dimissioni dopo quello che è diventato a tutti gli effetti il ‘caso Ikea’. Denunciata per furto dallo store svedese di Carugate, Valentina Polito assessore di Paderno Dugnano ha rimesso nelle mani del sindaco le sue deleghe abbandonando la giunta.

“Voglio chiarire un equivoco che si è trasformato subito in incubo, ma in questi giorni mi sono resa conto che i tempi per riuscirci si sono allungati proprio per il clamore mediatico che è stato dato a questa vicenda – spiega Valentina Polito – Ho deciso di lasciare l’incarico e di affrontare con la giusta serenità questo fatto che d’ora in poi riguarderà esclusivamente la mia vita privata. Ringrazio il Sindaco per la fiducia accordatami in questi anni, ringrazio i colleghi di Giunta e i Consiglieri comunali per il lavoro svolto insieme e tutti coloro che all’interno dell’Ente Comunale hanno collaborato con me”.

“Avevo chiesto sin da subito a Valentina Polito di chiarire questa vicenda al più presto – aggiunge il Sindaco Alparone – Purtroppo il tempo necessario va oltre quello che ci eravamo dati e oggi apprezzo l’iniziativa di Valentina. Le dimissioni raramente coincidono con una notizia positiva, ma va sottolineata la maturità di una scelta assunta in un momento difficile per la sua vita. Le auguro di poterlo superare al più presto e chiarire ogni aspetto di questo episodio. Ringrazio Valentina Polito per la passione e l’impegno speso per la nostra comunità”.

Il primo cittadino manterrà le deleghe al Commercio, Lavoro e Attività Produttive.

Il notiziario è un settimanale locale indipendente, che non riceve alcun contributo pubblico. Si può acquistare in formato cartaceo in circa 200 punti vendita a nord di Milano, oppure in formato digitale per Pc, tablet e smartphone, dal nostro store.