Crisi Superdì: lavoratori in corteo davanti alla villa dei Franchini

 E’ scesa per le strade oggi pomeriggio, martedì, la protesta dei quasi mille lavoratori del gruppo Superdì, che attendono ormai da mesi di conoscere il proprio futuro di fronte a una crisi ormai senza ritorno.

I lavoratori, coordinati dai rappresentanti sindacali della Cub Sgb, hanno organizzato un corteo di protesta che è andato da Barlassina a Lentate sul Seveso fino a Misinto, fermandosi anche davanti alla villa della famiglia Franchini proprietaria del gruppo.

Il corteo è poi proseguito fino al maneggio Groane, nei boschi di Sant’Andrea, la cui proprietà è riconducibile a membri  della famiglia Franchini.

Un’iniziativa nata dalla preoccupazione ma anche dall’esasperazione nel veder continuamente rinviata la notizia della vendita dei supermercati ad altri gruppi, accordo che sbloccherebbe la situazione e potrebbe salvare molti posti di lavoro.

La notizia della cessione, però, ad oggi non è ancora arrivata e la sensazione che serpeggia negli ambienti della grande distribuzione è che ci sia chi punta ad arrivare al fallimento del gruppo per poterne acquisire i negozi ad un costo minore, forti del fatto che la situazione sia arrivata ormai fino a un punto di non ritorno.

Se ciò fosse vero, però, significherebbe giocare sulla pelle e sulle aspettative di molti lavoratori.

Il notiziario è un settimanale locale indipendente, che non riceve alcun contributo pubblico. Si può acquistare in formato cartaceo in circa 200 punti vendita a nord di Milano, oppure in formato digitale per Pc, tablet e smartphone, dal nostro store.