Scontro tra treni a Inverigo, il ministro Toninelli: “Errore umano”

Riprende la circolazione sulla Milano-Asso, dopo lo scontro tra due treni avvenuto nella stazione di Inverigo. Intanto anche il ministro ai Trasporti Danilo Toninelli commenta quanto accaduto giovedì sera attorno alle 19. 
“Massima vicinanza e solidarietà ai feriti dell’incidente”, scrive Toninelli. “Ho chiesto ad Ansf di inviare gli ispettori per effettuare i sopralluoghi necessari ad acquisire tutti i elementi utili a fare luce sull’incidente, che per fortuna non si è trasformato in una strage. Dalle prime ricostruzioni sembrerebbe possa essersi trattato di un errore umano, ma ciò che è certo è che in quel tratto della linea ferroviaria, gestita da FerrovieNord, non è operativo il sistema di sicurezza SCMT, una tecnologia che avrebbe impedito lo scontro tra i due mezzi. 

Questo incidente riapre dunque il tema, a me molto caro, dei differenti standard di sicurezza tra le linee controllate da RFI e quelle invece gestite da altri operatori”.

Dalla prima ricostruzione pare che il convoglio 1665 diretto ad Asso si sia scontrato con il regionale 672 diretto a Milano Cadorna. I due treni fortunatamente viaggiavano a bassa velocità. I primi dati parlano di almeno 50 feriti in codice verde e 7 in codice giallo.

Il notiziario è un settimanale locale indipendente, che non riceve alcun contributo pubblico. Si può acquistare in formato cartaceo in circa 200 punti vendita a nord di Milano, oppure in formato digitale per Pc, tablet e smartphone, dal nostro store.