Home BOLLATESE "Bibbiano. Il gender è fra Noi". Flash mob a Senago contro lo...

“Bibbiano. Il gender è fra Noi”. Flash mob a Senago contro lo spettacolo di Fusaro

Flash mob a Senago contro lo spettacolo “Bibbiano. Il gender è fra Noi” di Diego Fusaro. Fuori dai cancelli del Polifunzionale di via Risorgimento, sede della prima assoluta, si sono radunate oltre una 60ina di persone in segno di protesta. 

Alla manifestazione nessuna bandiera politica ma numerosi cartelli: “Senago non si lega” “Perché Fusaro col mio denaro?” I manifestanti hanno cantato Bella Ciao e altre canzoni insieme agli slogan riportati sui cartelli. Ai cancelli di ingresso anche diversi carabinieri e agenti della Polizia Locale.

Le contestazioni sono iniziate subito dopo l’annuncio del sindaco Magda Beretta. Centinaia i commenti in pochi giorni. C’è stato chi ha difeso l’iniziativa che, come riportato dalla determina, perché “vuole coinvolgere il pubblico invitandolo a riflettere su nuovo ordine amoroso globalizzato e deregolamentato”. 

Molto più numerose le manifestazioni di protesta per uno spettacolo etichettato come omofobo, “che alimenta teorie complottiste e strumentalizza fatti di cronaca delicati che riguardano minori”.

“Sono sconcertato”, ha detto il capogruppo del Pd di Senago Lorenzo Conforto “Si offende e infama la città e i cittadini di Bibbiano sapendo che secondo la Procura non esiste un ‘sistema Bibbiano’. Rimango basito dal fatto che si spendano 2.666 euro per un’iniziativa che non ha proprio nulla a che vedere con la promozione culturale”.

“Siamo ormai abituati alla fissazione della Lega e di Fusaro di infangare la comunità arcobaleno, usando il fantasma del ‘Gender’”, aggiunge il responsabile dei Diritti del PD Milano Metropolitana Michele Albiani. “Quello che stupisce è invece la concessione del patrocinio ad un’iniziativa omofoba”.

Nella scheda di presentazione lo stesso Fusaro spiega che si tratta di “un testo di teatro civile, in cui si mette in risalto come la vicenda di Bibbiano sia emblematica di una tendenza culturale volta a distruggere la famiglia naturale”. Ma a prendere le distanze dallo spettacolo è anche il vice sindaco Giuseppe Sofo (lista civica Vivere Senago) che ha precisato: “Non si può attribuire alla giunta intera il mandato per procedere a questa iniziativa. Dato che sono l’assessore al Welfare e alla Famiglia faccio presente di non essere stato coinvolto nell’organizzazione di tale iniziativa da cui prendo le distanze – ha spiegato – Ignoro cosa sia il ‘nuovo ordine amoroso globalizzato e deregolamentato”.

“Mi chiedo come facciano ad avere un’opinione su uno spettacolo che non è mai andato in scena – ha replicato il sindaco Magda Beretta che di fronte alla protesta fuori dai cancelli ha commentato – se qualcuno pensa di fermare la libertà di pensiero vada in un altro paese. Senago è un paese libero e per questo ospiterà Diego Fusaro, una voce fuori dal coro“.

GUARDA IL VIDEO


NOVITA’: RESTA SEMPRE AGGIORNATO  con le notizie del nostro sito attraverso il canale Telegram de il notiziario 

EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

Treni: ritardi sulla Saronno Seregno, furgone incastrato a Desio

Treni in ritardo e cancellazioni anche sulla Saronno Seregno di Trenord. Tutta colpa di un furgone che si è incastrato in un sottopasso a...

Solaro, Barbara d’Urso e Pomeriggio 5 nel tugurio dei due fratelli

Barbara d'Urso è tornata con le telecamere di Pomeriggio 5 a Solaro. Dopo il primo servizio di venerdì, la conduttrice di Canale 5 ha...

Monza: incendio in capannone, evacuata una scuola

Un violento incendio si è sviluppato in tarda mattinata all’interno del capannone abbandonato di una ex cartiera in via Silvio Pellico a Monza. Sul posto...

Travedona: i pompieri salvano Thiago, cane precipitato in una camera di acqua gelida

Questa mattina i Vigili del fuoco del distaccamento di Somma Lombardo sono intervenuti nel comune di Travedona Monate (Va), in via Giuseppe Verdi per...

Novartis di Origgio, cartelli contro la sperimentazione sui macachi

Manifesto animalista contro la vivisezione, posizionato sulla cancellata della Novartis di Origgio. L’iniziativa è degli attivisti anti-vivisezionisti del Coordinamento Macachi Liberi, i quali non...

prima pagina Notiziario

La nuova edizione
è già disponibile!

Acquistala in edicola,
oppure sfogliala in formato digitale
 

SCEGLI L’ABBONAMENTO !