Home Prima Pagina Dopo le botte all'ospizio, ora chiedono il patteggiamento. Inchiesta partita da Uboldo

Dopo le botte all’ospizio, ora chiedono il patteggiamento. Inchiesta partita da Uboldo

casa riposo besana brianza
Una indagata colpisce con schiaffo

Due dei quattro operatori socio assistenziali accusati di maltrattamenti nella casa di riposo di Besana Brianza diretta dall’ex sindaco di Uboldo, Lorenzo Guzzetti, che li aveva denunciati, hanno chiesto di patteggiare la pena dopo avere risarcito le vittime.

 

A voler concordare la pena sono due donne, una nel frattempo è andata in pensione e l’altra sta seguendo un percorso psicologico di recupero, mentre i due coimputati minori non hanno presentato richieste di riti alternativi.

Tutti sono chiamati a presentarsi il 23 aprile per l’udienza preliminare al Tribunale di Monza, dove il giudice valuterà se i patteggiamenti richiesti sono da ritenersi congrui e se rinviare a giudizio i restanti accusati che, in questo caso, dovranno affrontare un processo.

La vicenda fu portata alla luce l’estate scorsa dagli accertamenti dei carabinieri della Compagnia di Seregno dopo la segnalazione fatta ai militari dalla stessa dirigenza della casa di riposo, che aveva raccolto i racconti di alcuni colleghi degli attuali imputati per maltrattamenti aggravati e continuati.

 

Fai schifo“, “ma quando muori?“, “Adesso qui ci vorrebbe un’insulina fatta bene…“, queste alcune delle frasi pronunciate e catturate dagli investigatori nel corso dell’inchiesta dalla Procura di Monza, coadiuvata da intercettazioni ambientali e immagini registrate con microspie, che ha evidenziato come alcuni dipendenti del ricovero,  fossero soliti schiaffeggiare gli anziani, strattonarli e spintonarli, insultarli e minacciarli di morte.

Non solo, a quanto emerso, per puro “divertimento” di notte avrebbero scoperto gli ospiti, lanciando loro acqua sul viso, accanendosi in particolare su anziane donne di cui alcune con difficoltà motorie o affette da disabilità. Le vittime, quantomeno sei degenti di età compresa tra tra gli 81 e i 99 anni, erano in molti casi donne affette da Alzheimer, quindi in una condizione psichica di enorme fragilità. L’orrore a cui sono state sottoposte, secondo quanto documentato dai carabinieri, andava avanti almeno da dicembre di due anni fa. Sono state le intercettazioni ambientali e i filmati delle telecamere nascoste dagli investigatori a confermare i sospetti avanzati dalla direzione della casa di riposo.  



Caro lettore, dall’inizio dell’emergenza Covid-19 abbiamo subito un pesante crollo delle entrate pubblicitarie, che rappresentano da sempre un’importante entrata per sostenere il lavoro della redazione del Notiziario che realizza questo sito e il settimanale del venerdì in formato cartaceo o sfogliabile digitale.
Per garantire un’informazione quanto più possibile puntuale e autorevole dal nostro territorio, sono al lavoro giornalisti, liberi professionisti, che vedono fortemente minacciati i loro compensi dall’improvvisa diminuzione dei ricavi pubblicitari. Se apprezzi il nostro lavoro, ti chiediamo, se ti è possibile, di contribuire acquistando l’edizione sfogliabile del nostro settimanale (CLICCA QUI) oppure con una piccola donazione, seguendo i pulsanti qui sotto.
Bastano pochi clic, in totale sicurezza, con carta di credito o Paypal. Grazie.

EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

Bollate, spesa a turni con l’iniziale del cognome: Mattino 5 fuori dai supermercati

Mattino 5 arriva a Bollate per raccontare l'iniziativa della spesa in ordine alfabetico nella mattinata del turno che hanno iniziale dalla O alla R....

Coronavirus, omaggio di forze dell’ordine e sindaco a medici e sanitari dell’ospedale di Saronno...

Carabinieri, Guardia di Finanza, Vigili del fuoco e Polizia Locale di Saronno hanno voluto portare un messaggio di vicinanza e sostegno questa mattina agli...

Coronavirus, passeggiate con bambini: “In Lombardia vietate da ordinanza regionale”

"In Lombardia prevale la nostra ordinanza e quindi le passeggiate sono vietate". Lo dice il governatore Attilio Fontana a proposito della possibilità di fare...

Coronavirus: 11 morti e 26 positivi a Senago, 9 decessi e 33 contagi a...

Sono 11 le persone morte risultate positive al coronavirus a Senago. Lo rende noto la sindaca Magda Beretta in un aggiornamento sull'emergenza. Il totale...

Coronavirus: morto 80enne di Cislago, il cordoglio del sindaco

Nelle prime ore di mercoledì le autorità sanitarie hanno comunicato al sindaco Gianluigi Cartabia che un cittadino di Cislago, di 80 anni, ricoverato all’ospedale...
carabinieri posto blocco

Uboldo, trovato in giro, con droga, reagisce ai carabinieri: tripletta di un 25enne

Ieri pomeriggio, a Uboldo, i carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Saronno hanno denunciato un giovane 25enne  residente in paese, che...

Coronavirus, Carta Bianca a Monza: quadruplicati posti in terapia intensiva

Dai 69 ricoverati per Covid 19 dell’8 marzo ai 450 del 29 marzo: in tre settimane l’ospedale San Gerardo di Monza ha visto aumentare...
prima pagina notiziarioil notiziario è in edicola!
provalo in digitale
SCEGLI L’ABBONAMENTO !